Ako di Salaspils

Ako
anziano
comandante dell'esercito livone
Nascita XII secolo
Morte Salaspils, 4 giugno 1206
Religione paganesimo

Ako (XII secoloSalaspils, 4 giugno 1206) è stato un nobile livone e comandante (princeps ac senior) dell'esercito che combatté nel XIII secolo contro i tedeschi nell'ambito della crociata livoniana[1].

BiografiaModifica

All'inizio del 1200, Ako iniziò ad organizzare una rivolta in Livonia contro i colonizzatori tedeschi presenti nella regione. Per raggiungere il suo scopo, si rivolse in cerca di aiuto al principe di Polock e ai lituani. Il suo piano non riuscì e i tedeschi riuscirono nell'intento di sottomettere i livoni. Con l'aiuto di Kaupo, prima a Turaida e poi nei pressi del fiume Daugava gli autoctoni furono sconfitti. L'ausilio promesso da Polock arrivò solo in ritardo. Gli anziani livoni incatenati furono gettati nelle segrete del castello di Riga e Ako, istigatore principale della rivolta, fu inviato al cospetto del vescovo Alberto di Riga. La regione della Livonia subì per vendetta saccheggi, i villaggi furono bruciati, i raccolti e i campi coltivati distrutti; gli abitanti si nascosero nelle foreste e quelli che non riuscirono a fuggire persero la vita.[1][2]

«Anche Ako, loro principe e capo, era tra di loro; era stato l'autore di tutti i tradimenti e di ogni male; aveva incitato il re di Polock alla guerra contro il popolo di Riga; aveva radunato i lituani; aveva convocato il popolo di Treiden e l'intera Livonia contro i cristiani.»

(Cronache di Enrico di Livonia[3])

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Kevin C. O'Connor, The House of Hemp and Butter: A History of Old Riga, Cornell University Press, 2019, p. 54, ISBN 978-15-01-74770-0.
  2. ^ (EN) Memorial Plaque for the Livs of the Daugava and their Leader Ako, su visit.salaspils.lv.
  3. ^ (EN) Chronicle of Henry of Livonia, traduzione di James A. Brundage, New York, Columbia University Press, 1961, p. 59.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie