Apri il menu principale

Aldo Bruscaglioni (Firenze, 25 maggio 190214 settembre 1978) è stato un latinista, grecista e docente italiano.

Aldo Bruscaglioni in una foto di classe del 1939 del Liceo Torricelli di Faenza

BiografiaModifica

Laureatosi in lettere con una tesi in letteratura italiana, insegnò la medesima materia nei ginnasi di Faenza e Sondrio, e a Firenze nei licei Michelangelo, Galileo e Dante.

Si interessò alle vicende letterarie della società fiorentina nel periodo tra le due guerre e nel secondo dopoguerra, arricchendo la propria biblioteca delle opere più significative degli scrittori dell'epoca.[1]

Detta biblioteca privata, conosciuta come Fondo Aldo Bruscaglioni, è oggi custodita presso il Gabinetto Vieusseux, nota istituzione culturale di Firenze.

Pubblicò presso le case editrici Barbera, Le Monnier e D'Anna, antologie di testi latini per le scuole medie, commenti ad alcuni libri dell'Eneide tra cui quello nella traduzione di Annibal Caro[2], manuali di storia delle letterature latina e greca e di scelte di autori greci.

Le sue opere sono caratterizzate da una conoscenza sia degli aspetti storico-letterari sia di quelli linguistici, accompagnata a senso della sintesi ed esposizione semplice ed elegante.

Dal punto di vista della storia della lingua, evidenziò il rapporto che storicamente si istituisce tra le diverse forme dialettali e i singoli "generi" letterari. Fondamentale il concetto secondo cui la lingua dei poeti greci è una Kunstsprache, ossia linguaggio d'arte, più o meno distante dalla parlata dell'uso, e che ogni genere letterario tende a mantenere la propria veste linguistica al di là della distanza spazio-temporale, cosicché il linguaggio epico-ionico di Omero fu sempre usato da chi, in ogni parte del mondo greco e in ogni epoca anche tarda, scrisse poemi epici[3].

Terminata l'attività nel 1972, morì nel 1978, donando i libri di lavoro al liceo Dante di Firenze.

OpereModifica

  • Aldo Bruscaglioni, Letteratura latina, Firenze, Le Monnier, 1953, SBN IT\ICCU\AQ1\0077070.
  • Aldo Bruscaglioni, Letteratura Greca, Firenze, Le Monnier, 1956, SBN IT\ICCU\RAV\0314561.
  • Aldo Bruscaglioni e Raffaello Bianchi, Grammatica latina : Morfologia. Sintassi, Firenze, Le Monnier, 1943, SBN IT\ICCU\CUB\0138268.
  • Enrico Mestica, Bellezze dell'Iliade, dell'Odissea e dell'Eneide, con note di Lea Nissim Rossi e Aldo Bruscaglioni, Firenze, G.Barbera, 1955, SBN IT\ICCU\LIA\0700876.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Aldo Bruscaglioni - Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux, su www.vieusseux.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  2. ^ Annibal Caro, L'Eneide di Virgilio / tradotta da Annibal Caro ; con note e commenti di Aldo Bruscaglioni, G.Barbera, 1940, SBN IT\ICCU\CUB\0659683.
  3. ^ Aldo Bruscaglioni, Letteratura greca. URL consultato il 28 febbraio 2017.