Alete (figlio di Egisto)

personaggio della mitologia greca, figlio di Egisto

Alete (in greco antico: Ἁλήτης, Alḕtēs) era figlio di Egisto.

Alete
Nome orig.Ἁλήτης
SessoMaschio
ProfessioneUsurpatore

MitoModifica

Egisto ebbe Alete dalla sua amante Clitennestra, insieme a Erigone. Egli usurpò il trono di Micene pensando che Oreste e Pilade fossero stati sacrificati ad Artemide, voce forse diffusa dagli Eraclidi.

Elettra, avendo molti dubbi in proposito, chiese aiuto all'oracolo di Delfi ma, una volta giunta in quella città incontrò Oreste e gli altri[1].

I figli di Agamennone tornarono a Micene e ,nella rivolta, lo uccisero risparmiando, però, per l'intervento di Artemide, sua sorella Erigone[2].

Sofocle scrisse una tragedia su di lui, che è andata perduta.

NoteModifica

  1. ^ Pseudo-Apollodoro, Epitome, VI, 25.
  2. ^ Igino, Fabulae, 122.

Voci correlateModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca