Apri il menu principale

Alfonso Sanseverino Vimercati

politico italiano
Alfonso Sanseverino Vimercati
Alfonso sanseverino-vimercati.gif

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 15 febbraio 1880 - 31 marzo 1907
Monarca Umberto I, Vittorio Emanuele III
Legislature XIII

Dati generali
Prefisso onorifico Conte (di Castel Palazzo o Palazzo Pignano)
Università Università di Pavia
Professione Ingegnere

Alfonso Sanseverino Vimercati (Milano, 28 gennaio 1836Milano, 31 marzo 1907) è stato un politico, ingegnere e nobile italiano.

BiografiaModifica

Era figlio di Faustino Sansverino, anche egli senatore. Laureato in ingegneria presso l'Università di Pavia, divenne Conte di Castel Palazzo, in seguito sposò Giulia Tarsis dalla quale ebbe due figli Roberto e Laura.

La madre, Francesca di Porcia, era figlia di Alfonso di Porcia, consigliere intimo dell'imperatore d'Austria. Amica della contessa Clara Maffei e membro del suo salotto, frequentò Parigi dove conobbe anche Honoré de Balzac.[1] Alfonso ereditò dal padre i terreni, i palazzi, e titolo comitale, concesso dal doge di Venezia nel 1577.

CarrieraModifica

Ricoprì vari incarichi nelle istituzioni del Regno d'Italia, dapprima consigliere comunale al Comune di Milano, dal 1873 al 1879 (gli ultimi due anni anche assessore)[2], poi venne nominato prefetto della città di Napoli per 8 anni, dal 1881 al 1888[2].

Fu senatore del Regno d'Italia nella XIII legislatura[2], è stato inoltre presidente della Società per le Strade Ferrate del Mediterraneo[2] e di Banca Popolare di Milano tra il 1892 e il 1895, ha poi fondato e presieduto la neonata Banca Commerciale Italiana dal 10 ottobre 1894 al 31 marzo 1907[2]. Fu anche fondatore del Corriere di Milano.[2]

OpereModifica

 
Brevi cenni intorno alla estrazione delle acque (1870)

OnorificenzeModifica

  Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— [2]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— [2]
  Medaglia d'oro ai benemeriti della salute pubblica
«per essersi reso in modo eminente benemerito della pubblica salute durante la recente epidemia colerica»
— 15 novembre 1884[3]

NoteModifica

  1. ^ Alberto Gottarelli, SANSEVERINO VIMERCATI, Alfonso in "Dizionario Biografico", su www.treccani.it. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  2. ^ a b c d e f g h Voce nella scheda del Senatore Sanseverino Vimercati Alfonso sul sito Senato.it, su notes9.senato.it, in Note. URL consultato il 30 giugno 2011.
  3. ^ Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n. 293 del 26 novembre 1884

Collegamenti esterniModifica