Algologia (botanica)

branca della botanica che studia le alghe

L'algologia (o anche ficologia, da φύκος = alga) è quella parte della botanica che studia le alghe.

StoriaModifica

Sebbene le alghe siano conosciute dalla preistoria, il loro studio sistematico si fa risalire al XIX secolo, periodo in cui hanno operato lo svedese Carl Adolph Agardh (1785-1859)[1], e il francese Jean-Baptiste Édouard Bornet[2]. Per l'Italia studi fondamentali di algologia sono stati eseguiti da Giovanni Battista De Toni[3], Francesco Ardissone, Angelo Mazza e Israele Achille Italo Forti che si occupò della stesura della voce "Alghe" per l'Enciclopedia Treccani

NoteModifica

  1. ^ Carl Adolph Agardh, Systema algarum, 1824
  2. ^ Jean-Baptiste Édouard Bornet, Études phycologiques, 1878
  3. ^ G.B. De Toni, Sylloge algarum hucusque cognitarum, Patavii, Sumpibus auctoris (Tip. Seminarii), 1889-1895.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica