Apri il menu principale

Altolaterra

quartiere del comune italiano di Tagliacozzo
Altolaterra
Tagliacozzo view 2018.jpg
Veduta di Altolaterra
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo Abruzzo
ProvinciaL'Aquila L'Aquila
CittàTagliacozzo-Stemma.png Tagliacozzo
Codice postale67051
Abitanti300 ab.circa (2007)

Coordinate: 42°04′03″N 13°14′41″E / 42.0675°N 13.244722°E42.0675; 13.244722

Altolaterra (Nzulatera o Nzullatera in dialetto locale) è la parte più antica della cittadina di Tagliacozzo. Il quartiere è situato nella zona più alta del capoluogo comunale a circa 850 metri slm.

Indice

StoriaModifica

 
Chiesa della Madonna del Soccorso

La località di Altolaterra è quasi disabitata rispetto ad una trentina di anni fa quando contava circa 1000 abitanti. Molti cittadini sono emigrati in Paesi lontani, mentre altri si sono trasferiti nella vicina cittadina di Tagliacozzo (distante appena mezzo km). Molti abitanti hanno preferito trasferirsi in città e Paesi più industrializzati per trovare lavoro, come ad esempio a Roma, a Milano, in Germania, negli Stati Uniti ed in Australia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

La chiesa più importante di Altolaterra è dedicata a Santa Maria del Soccorso. Originariamente chiamata "Santa Maria ad Furcam" venne edificata nell'XI secolo. La contemporanea chiesa venne ricostruita su quella preesistente e dotata del portico durante il XVI secolo. Sul retro sono visibili le tracce dell'ospedale realizzato in seguito alla diffusione della peste. Situata nella parte più alta del quartiere non dista dalla piccola chiesa del Calvario, nella quale fa tappa ogni anno la processione del Venerdì Santo che parte dalla chiesa parrocchiale di San Pietro. Sul monte a ridosso del quale è posizionata Altolaterra c'è una croce alta circa 10 metri[1].

SocietàModifica

Tradizioni e folcloreModifica

La festa più importante è quella dedicata alla protettrice del quartiere Sant'Agnese.

NoteModifica

  1. ^ Altolaterra, Altolaterra.com. URL consultato il 26 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 26 maggio 2015).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Marsica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marsica