Apri il menu principale
Améthyste (S 605)
FS Amethyste (S 605).jpg
Il sottomarino Améthyste
Descrizione generale
Civil and Naval Ensign of France.svg
TipoSSN
ClasseClasse Rubis
ProprietàMarine nationale
IdentificazioneS 605
CostruttoriDCN
CantiereDCN, Cherbourg
Caratteristiche generali
Dislocamento2 380 t
Stazza lorda2.700 tsl
Lunghezza72,1 m
Larghezza7,6 m
Pescaggio6,4 m
Profondità operativa
  • 300 m
  • massima: 500 m
PropulsioneNucleare con 1 reattore e 2 turboalternatori su 1 asse
Velocità18-25 nodi nodi
Equipaggio66
Equipaggiamento
Sensori di bordo1 sonar DSUV 22 , 1 DUUX2 e 1 radar di scoperta in superficie
Armamento
Siluri4 TLS a prua, con 14 siluri L17 , misto tra siluri e missili SM.39 Exocet, oppure 28 mine.
voci di sottomarini presenti su Wikipedia

L'Améthyste (S 605) è un sottomarino nucleare della Marine nationale francese.

I Rubis, classe di sottomarini di cui fa parte l'Améthyste (S 605), sono i più piccoli sottomarini nucleari da attacco (SSN) entrati in servizio. Essi sono unità francesi, 6 in tutto, entrate in servizio negli anni ottanta. Basate su un progetto derivato da un normale SSK, la classe Agosta diesel-elettrica, essi sono piccoli, piuttosto angusti e rumorosi.

La struttura fondamentale dei Rubis (e quindi dell'Améthyste) era sempre la stessa del tipico SSN. A prua, il comparto per il grande sonar a bassa frequenza, il comparto siluri e a seguire, gli alloggi, e all'incirca a mezza nave, la centrale di combattimento. Al sopra di essa la vela, con i timoni. Di seguito altri alloggi e stive varie, mensa e magazzini. L'ultimo terzo abbondante dello scafo era per il reattore nucleare, seguito da 2 turbine sullo stesso asse portaelica, la quale, all'estrema poppa era circondata da impennaggi cruciformi. Non sono nemmeno particolarmente veloci e nell'insieme sono stati giudicati alquanto mediocri. Il loro turboreattore, molto compatto, ha comunque una potenza di 48 MW.

Il fatto è che essi hanno costituito una economica alternativa al costo altrimenti elevatissimo degli SSN normali e in ciò sono stati di successo, oltretutto equipaggiati con sensori di buon livello e un certo quantitativo di armi, 14 in tutto, tra siluri e missili antinave SM.39 Exocet. Infatti il compito principale dei Rubis è la lotta antinave e per questo la silenziosità non è stata considerata molto importante.[senza fonte]

La sottoclasse successiva, l'Améthyste, una diretta derivazione, ha migliorato sensibilmente le prestazioni successive, ma solo due unità ha avuto il varo effettivo.

La forma dello scafo dei Rubis, non abbastanza profilata, con conseguenti rumori disturbano il sonar ad alte velocità. Si è quindi deciso di procedere ad un aggiornamento detto "AMETHYSTE" (AMElioration Tactique HYdrodynamique, Silence, Transmission, Ecoute) a partire dal 5º sottomarino. I primi quattro sono aggiornati a questo standard nel 1989 e nel 1995, che include una forma dello scafo « Albacore », un ponte passerella avvolgente e una cupola radar profilata.[1]

NoteModifica

  1. ^ (FR) Stéphane Ferrard, Les sous-marins de classe Rubis, in Défense et Sécurité internationale, luglio 2007, pp. 74-77, ISSN 1772-788X (WC · ACNP).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica