Amschel Mayer Rothschild

banchiere tedesco

Amschel Mayer Rothschild (Francoforte sul Meno, 12 giugno 1773Francoforte sul Meno, 6 dicembre 1855) era un banchiere ebreo tedesco della dinastia finanziaria Rothschild.

Amschel Mayer Rothschild

Fu il secondogenito ed il primo figlio maschio di Mayer Amschel Rothschild (1744–1812), il fondatore della dinastia, e Gutlé Schnapper (1753–1849).

Alla morte di Mayer Amschel nel 1812, Amschel Mayer successe come capo della banca di Francoforte sul Meno, mentre i suoi fratelli furono inviati a fondare filiali a Parigi, Londra, Napoli, e Vienna.

Poiché Amschel Mayer morì senza figli, i figli dei suoi fratelli (Anselm, figlio di Salomon, e Mayer Carl e Wilhelm Carl, figli di Carl) assunsero la responsabilità degli affari dal 1855.

Fu nobilitato come Amschel Mayer von Rothschild nel 1817 e diventò un barone nel 1822.

Amschel Mayer Rothschild era vicino ai circoli ebraici ortodossi, e fu chiamato dagli ebrei dell'Europa orientale "il pio Rothschild" ((YI) der frummer Rothschild).[1]

NoteModifica

  1. ^ Aaron Rakeffet-Rothkoff, The Rav: The World of Rabbi Joseph B. Soloveitchik, a cura di Joseph Epstein, vol. 2, KTAV Publishing House, 1999, p. 85, ISBN 0-88125-615-3.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • The Rothschild Archive, su rothschildarchive.org. URL consultato il 29 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2014).
Controllo di autoritàVIAF (EN32753621 · ISNI (EN0000 0000 6676 2914 · CERL cnp01080419 · LCCN (ENn2006005304 · GND (DE116641584 · J9U (ENHE987007267376405171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n2006005304
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie