Apri il menu principale

L'analisi del traffico radio consiste nell'ascoltare le frequenze radio usate dal nemico valutandone il volume e fornendo un quadro delle comunicazioni nemiche in corso dando un'idea della temperatura bellica del momento nelle varie zone e, talvolta, anche del tipo di operazione che può essere all'origine di quelle trasmissioni.

Il metodo fu messo a punto nel corso della Seconda Guerra Mondiale da Eliso Porta, allora capitano di fregata e capo della Sezione B1 dell'Ufficio delle intercettazioni estere, IX Sezione del Reparto Informazioni della Marina. [1]

Il metodo fu in seguito ampiamente utilizzato dalla Nato nel corso di tutta la Guerra Fredda.

NoteModifica

  1. ^ Porta,2013 p. XIX.

BibliografiaModifica

  • Elisio Porta, La mia guerra tra i codici ed altri scritti, Roma, Ufficio Storico della Marina Militare, 2013.

Voci correlateModifica