Apri il menu principale

Angelo Fuchs (Conegliano, 27 maggio 1848Salò, 7 aprile 1920) è stato un ingegnere italiano.

BiografiaModifica

Nacque in una famiglia ebraica, figlio di Calimano Fuchs, mercante originario di Holleschau in Moravia, e di Annetta Valenzin, proveniente dalla piccola comunità cenedese.

In giovanissima età si arruolò volontario per partecipare alla terza guerra d'indipendenza. Subito dopo si dedicò agli studi universitari, e nel 1869 uscì dall'ateneo patavino laureato in ingegneria e architettura.

Durante il conflitto aveva conosciuto l'ingegnere Luigi Wimmer (nato in Austria ma garibaldino), che aveva promosso la trasformazione di Gardone Riviera a località turistica. Dopo la sua morte (1883) ne proseguì l'opera, trasferendosi sulla rivera del Garda dove progettò strutture ricettive, ville ed edifici pubblici. Fu impegnato anche nel rinnovamento di Salò, danneggiata dal terremoto del 1901.

Divenne in breve una delle personalità più note della zona, membro di varie società e associazioni, nonché sindaco di Gardone dal 1910 alla morte.

Fu sepolto nel cimitero di Salò. Nel 1886 aveva sposato l'ebrea veneziana Margherita Cappon che gli diede due figli e tre figlie.

BibliografiaModifica

  • Giovanni e Silvia Tomasi, Ebrei nel Veneto orientale. Conegliano, Ceneda e insediamenti minori, Firenze, Giuntina, 2012, p. 161.
  • Attilio Mazza, Angelo Fuchs personaggio mitteleuropeo (PDF), in Quaderni de il Garda (Edizioni Clanto), nº 5, 2008, pp. 19-20. URL consultato il 15 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).