Apri il menu principale
Contessa Anna di Ungern-Sternberg

Contessa Anna di Ungern-Sternberg (Tallinn, 20 gennaio 1769San Pietroburgo, 9 marzo 1846) è stata una nobildonna russa.

Indice

BiografiaModifica

Era la figlia del comandante del Castello di Toompea, il barone Voldemar Ungern-Sternberg, e di sua moglie, Daria Andreevna Tiesenhausen, nella cui casa spesso visitava Aleksej Grigor'evič Bobrinskij, il figlio illegittimo di Caterina II, che, per volere della madre, fu costretto a stare lontano dalla corte, a Revel.

MatrimonioModifica

Secondo la leggenda, i genitori di Anna non accettarono l'idea che la figlia volesse sposare Aleksej, in quanto pensavano che il matrimonio sarebbe stato malvisto dall'imperatrice. Tuttavia, il 16 gennaio 1796 venne celebrato il matrimonio, e gli fu permesso di visitare brevemente San Pietroburgo. Ebbero quattro figli:

  • Maria Alexeievna (1798-1835), sposò il principe Nikolaj Gagarin (1784-1842)
  • Aleksej (1800-1868);
  • Pavel Alexeievič (1801-1830), sposò Yulia Stanislavnovna Sobakina (1804-1892), ebbero cinque figli;
  • Vasilli (1804-1874).

Rimasta vedova nel 1813, Anna si trasferì a Mosca. A corte godeva di particolare affetto da parte dell'imperatrice vedova Maria Feodorovna e dall'imperatore Nicola I, che spesso andava a trovarla e la chiamava «ma tante» ("Mia zia").

MorteModifica

Morì il 9 marzo 1846, a San Pietroburgo. Fu sepolta nel villaggio di Novomoskovsk.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4282155105821576320001 · GND (DE1178843653
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie