Apri il menu principale

Antonio Caccianino (Milano, 18 luglio 1764Milano, 20 febbraio 1838) è stato un matematico e ingegnere italiano.

BiografiaModifica

Allievo del celebre matematico Paolo Frisi (1728-1784), nel 1796 venne eletto, insieme al Parini, al Verri e ad altri dotti, per 1'ordinamento della Municipalità di Milano. Fu capo battaglione del corpo degli ingegneri militari istituito dalla Repubblica Cisalpina, e quindi capo della direzione generale del genio militare in Lombardia. Fece parte dell'accademia militare Cisalpina e fu amico del Volta, del Parini, del Monti, dell'Isimbardi, dell'Appiani, del Bossi, del Mascheroni e di moltissimi altri.

Fu socio dal 1808 dell'Accademia di Scienza Lettere ed Arti di Modena e dal 1812 dell'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere. Fu anche scrittore della Scuola di Artiglieria a Modena.

Morì a Milano dove fu sepolto nel cimitero di San Gregorio fuoori da Porta Venezia, non più esistente.

OpereModifica

  • Esposizione de principj da cui il Signor Prof. Cav. Ruffini deriva la sua dimostrazione sull'impossibilità della soluzione algebrica delle equazioni superiori al quarto grado, Milano, 1819
  • Sulla impossibilità di risolvere le equazioni generali algebriche superiori al quarto grado, Bologna
  • Meditazioni sul calcolo differenziale, Milano, 1833
  • Esposizione di un principio puramente geometrico del calcolo differenziale, Milano, V. Ferrano, 1825
  • Considerazioni analitiche sulle leggi di variabilità generatrici del principio de massimi e minimi relativi, 1833

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39265718 · ISNI (EN0000 0000 6162 044X · SBN IT\ICCU\LIAV\153910 · LCCN (ENnr95010225 · WorldCat Identities (ENnr95-010225