Antonio Matani

scienziato italiano

Antonio Matani (Pistoia, 1730Pistoia, 1779) è stato uno scienziato italiano.

BiografiaModifica

Nato a Pistoia, Matani diede fin da fanciullo prova di vivacissimo ingegno. Entrato in età, venne considerato dagli eruditi dell'epoca (Ludovico Muratori, Francesco de' Ficoroni, Jean Capperonier, Samuel Johnson) quasi come un loro pari. Fu un sostenitore dell'inoculazione contro il vaiolo.

Attività di scienziatoModifica

Matani è autore di numerosi libri. Ha scritto Delle produzioni naturali del territorio pistoiese, osservazioni storiche e filosofiche; un libro favorevolmente censito da Giuseppe Baretti in cui si discute, tra l'altro, dell'origine dei cristalli di quarzo dalle parti del lago Scaffaiolo, noti come "diamanti di Pistoia". Nel 1758, ha tradotto in latino il trattato di ottica di Eliodoro di Larissa, nel 1760 ha scritto Ragionamento filosofico istorico sopra la figura della Terra, nel 1763 ha scritto una prefazione alle opere del celebre anatomico Niccolò Stenone. Ha poi scritto Ragguaglio sopra le diverse manifatture del pane, Discorso sopra le acque ed i pozzi della città di Pistoia, e una lettera a Paolo Ciulli sull'inoculazione del vaiolo.

OpereModifica

Della conservazione dei vini (1765), a cura di Simone Fagioli, Prefazione di Zeffiro Ciuffoletti, con una nota di Giulia Bartalozzi, Pistoia, Settegiorni, 2020, ISBN 979-12-80142-01-6

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN72174450 · ISNI (EN0000 0000 8077 7717 · SBN IT\ICCU\SBLV\042097 · LCCN (ENn85158830 · GND (DE117557218 · BAV (EN495/78139 · CERL cnp01088320 · WorldCat Identities (ENlccn-n85158830
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie