Apri il menu principale

Antonio Tosti

cardinale italiano
Antonio Tosti
cardinale di Santa Romana Chiesa
Antonio Tosti.jpg
Il cardinale Antonio Tosti in un ritratto di Francesco Coghetti
Template-Cardinal (not a bishop).svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato4 ottobre 1776, Roma
Ordinato presbiteronessuna informazione
Creato cardinale12 febbraio 1838 da papa Gregorio XVI
Pubblicato cardinale18 febbraio 1839 da papa Gregorio XVI
Deceduto20 marzo 1866, Roma
 

Antonio Tosti (Roma, 4 ottobre 1776Roma, 20 marzo 1866) è stato un cardinale italiano.

Fu nominato cardinale della Chiesa cattolica da papa Gregorio XVI.

BiografiaModifica

Antonio Tosti nacque a Roma il 4 ottobre 1776.

Dopo essere stato Prelato domestico di Sua Santità, papa Gregorio XVI lo elevò al rango di cardinale in pectore il 12 febbraio 1838. Nel concistoro del 18 febbraio 1839 fu nominato pubblicamente cardinale ed inoltre gli venne concesso il titolo cardinalizio di San Pietro in Montorio dal 10 aprile 1863 fino al 20 marzo 1866.

Dal 1830 fu presidente dell'Ospizio Apostolico: grazie al suo operato, l'Istituto fu riorganizzato come scuola di arti e mestieri, in cui i giovani ospiti furono istruiti nelle migliori tecniche artistiche: incisione, fusione in rame, scultura, pittura, tessitura dei filati, decorazione a stucco e mosaico, musica e stampa. Il 15 agosto 1849 ospitò ad Albano il filosofo Antonio Rosmini. Fu Tesoriere Generale della Reverenda Camera Apostolica dal 1834. Nel 1846 partecipò al conclave in cui si elesse papa Pio IX. Dal 13 gennaio 1860 al 1866 fu “Bibliotecarius” XXX della Biblioteca Apostolica Vaticana.[1]

Morì il 20 marzo 1866.

NoteModifica

  1. ^ Antonio Tosti (card.), Relazione dell'origine e dei progressi dell'Ospizio apostolico di s. Michele, 1832. URL consultato il 9 luglio 2019.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN61537527 · ISNI (EN0000 0001 1511 4965 · LCCN (ENn2017180236 · GND (DE143524003 · BNF (FRcb10984187h (data) · BAV ADV11310038 · CERL cnp01281497 · WorldCat Identities (ENn2017-180236