Apri il menu principale

Aortite sifilitica

è una arterite infettiva localizzata all'aorta, manifestazione della sifilide terziaria
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Aortite sifilitica
Specialitàinfettivologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM093.1
MeSHD013589 e D013589

L'aortite sifilitica è una arterite infettiva localizzata all'aorta, manifestazione della sifilide terziaria.

EpidemiologiaModifica

Si manifesta raramente nei pazienti, generalmente 10-15 anni dopo l'infezione primaria.

FisiopatologiaModifica

Il batterio Treponema pallidum viene portato, attraverso i vasa vasorum, a livello dello strato più esterno della parete dell'arteria (tonaca avventizia), causando una reazione infiammatoria che coinvolge sia lo stesso strato esterno (periaortite) sia lo strato intermedio (mesoaortite).

Come conseguenza dell'infiammazione la parete aortica può andare incontro a numerosi microinfarti, con danneggiamento delle cellule muscolari e delle fibre elastiche che la compongono, creando aree di minore resistenza.

A livello dello strato più interno (tonaca intima) possono formarsi calcificazioni con conseguente degenerazione aterosclerotica.

ComplicanzeModifica

Anatomia PatologicaModifica

Macroscopicamente si caratterizza come una endoarterite obliterante dei vasa vasorum della tonaca avventizia. A livello microscopico si nota una proliferazione dell'endotelio a manicotto, necrosi a livello della tonaca media e un'infiltrazione perivasale di macrofagi intorno ai vasa vasorum. Possibile anche un infiltrato di linfociti e plasmacellule.

ClinicaModifica

Segni e sintomiModifica

Circa un terzo dei pazienti è asintomatico, e il riscontro di aortite sifilitica può essere solo autoptico.

Esami di laboratorio e strumentaliModifica

A RX e TAC si nota un ingrandimento dell'arco aortico e la presenza di microcalcificazioni diffuse. Questo tuttavia è un reperto comune nella degenerazione aterosclerotica e non permette una diagnosi differenziale, che può essere effettuata tramite anamnesi e positività ai test diagnostici per la sifilide.

TrattamentoModifica

La terapia prevede l'eradicazione dell'infezione sifilitica tramite penicillina.

BibliografiaModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina