Arati Saha

nuotatrice indiana
Arati Saha
Arati Saha 1999 stamp of India.jpg
Nazionalità India India
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità lunghe distanze, 100 m rana, 200 m rana
 

Arati Saha, nota con il cognome Gupta dopo il matrimonio col suo manager Arun Gupta (Calcutta, 24 settembre 1940Calcutta, 23 agosto 1994), è stata una nuotatrice indiana, divenuta celebre soprattutto per essere stata la prima donna asiatica ad attraversare la Manica a nuoto, nel 1959[1][2].

Aveva preso parte giovanissima (era la più giovane atleta della spedizione indiana[1]) alle olimpiadi di Helsinki 1952, dove chiuse al 33º posto le batterie dei 200 m rana.[3]

Dopo un primo tentativo fallito il 27 agosto 1959, il successivo 29 settembre fu in grado di coprire il tratto di mare tra Cap Gris-Nez e Sandgate in 16 ore e 20 minuti, divenendo la prima donna asiatica a riuscire nell'impresa.[1]

Nel 1960 venne insignita del Padma Shri, quarta onorificenza indiana.[2]

Morì nel 1994 a causa di ittero ed encefalite[2]. La città di Calcutta le ha dedicato un monumento nei pressi di quella che era la sua abitazione, dedicandole il tratto di strada antistante. Nel 1999 venne emesso un francobollo in suo onore.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d Chi era Arati Saha, la nuotatrice dei record, su wired.it, 24 settembre 2020. URL consultato il 24 settembre 2020.
  2. ^ a b c Ad Arati Saha oggi è dedicato il Doodle di Google: chi era l'indiana che attraversò la Manica a nuoto, su gds.it, 24 settembre 2020. URL consultato il 24 settembre 2020.
  3. ^ (EN) Scheda su Sports-reference.com, su sports-reference.com. URL consultato il 24 settembre 2020 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2011).

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Arati Saha, su Olympedia.  
  • (EN) Arati Saha, su sports-reference.com, Sports Reference LLC (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2017).