Apri il menu principale

BiografiaModifica

Arpocrazione fu un grammatico di Alessandria che, probabilmente, operò nel II secolo d.C. Forse si tratta dello Arpocrazione citato da Giulio Capitolino[1] come tutore greco di Lucio Vero; alcuni studiosi, tuttavia, lo collocano molto più tardi, per le consonanze con Ateneo di Naucrati.

OpereModifica

Arpocrazione si dedicò principalmente all'attività di grammatico e di lessicografo, scrivendo una Silloge di fiorite espressioni che non ci è pervenuta[2].
Non è andato invece perduto, sebbene incompleto, il Lessico dei dieci oratori (Περὶ τῶν Λέξεων τῶν Δέκα Ῥητόρων, o brevemente Λεξικὸν τῶν Δέκα Ῥητόρων), che raccoglie voci e frasi fatte ricavate dalle opere degli oratori attici, arricchite grazie a commenti storici e linguistici.

NoteModifica

  1. ^ Vita di Vero, 2.
  2. ^ Citata da Suda, α 4014: Ἁρποκρατίων, ὁ Βαλέριος χρηματίσας, ῥήτωρ, Ἀλεξανδρεύς. Λέξεις τῶν δέκα ῥητόρων, Ἀνθηρῶν συναγωγήν.

BibliografiaModifica

  • Valerius Harpocration. Harpocrationis Lexicon in decem oratores Atticos, a cura di Wilhelm Dindorf, Oxonii, E Typographeo Academico, 1853. Vol. 1, Vol. 2
  • Gossen, in Pauly-Wissowa, Real-Encycl. d. klass. Altert., VII, col. 2412 ss.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN211435698 · ISNI (EN0000 0001 4006 869X · LCCN (ENno88000799 · GND (DE100160085 · BNF (FRcb12349233g (data) · BAV ADV10143243 · CERL cnp00946809 · WorldCat Identities (ENno88-000799