Artrite gottosa

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Per artrite gottosa o urica in campo medico, si intende un disordine reumatologico che comprende un'artropatia cronica.

TipologiaModifica

La forma acuta di tale artrite consiste in un attacco improvviso di gotta, in cui i cristalli di urato monosodico che si trovano nelle articolazioni vengono fagocitati dai leucociti, si manifesta con dolore che interessa soprattutto gli alluci.

SintomatologiaModifica

Si manifesta con forte dolore all'articolazione e arrossamento.

EziologiaModifica

I continui depositi cristallini di acido urico nelle articolazioni a lungo andare possono causare tale infezione. I depositi possono aumentare per via dello stress, per infezioni, assunzione di alcool o eccessi alimentari oppure essere causati da un aumento dell'acido urico endogeno nell'organismo come ad esempio in conseguenza a una chemioterapia per un tumore (le cellule tumorali distrutte liberano acidi nucleici che vengono metabolizzati anche a urati) o di un'insufficienza renale. Anche fattori propriamente articolari come traumi, aumento della pressione del liquido sinoviale e diminuzione del pH (che favorisce la precipitazione dei cristalli) possono avere un ruolo.

DiagnosiModifica

In radiografia l'articolazione mostra edema dei tessuti periarticolari, geodi, ed erosioni precoci. In presenza di un'artrite dolorosa con arrossamento, è distinguere se si tratta di una forma settica oppure da microcristalli e per far ciò spesso è sufficiente misurare l'uricemia o anche osservare il liquido sinoviale prelevato dall'articolazione malata al microscopio alla ricerca di cristalli o batteri. Una volta che si sono trovati i microcristalli è anche necessario fare la diagnosi differenziale con la pseudogotta (che è causata da depositi di pirofosfato) e ciò si può fare osservandone la forma.

TerapieModifica

Il trattamento è molto similare alla gotta, e dosi di magnesio con vitamina B6 possono aiutare la persona.

Per la forma acuta si utilizzano diversi farmaci i quali servono a eliminare i sintomi manifestati, l'assunzione di FANS, Analgesia, Colchicina e glucocorticoidi oltre a molecole in grado di ridurre l'acido urico in circolo fra cui l'allopurinolo.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

BibliografiaModifica

  • Joseph C. Sengen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Harrison, Principi di Medicina Interna (il manuale - 16ª edizione), New York - Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 88-386-2459-3.
  • Gaetano Filice, Malattie infettive, 2ª edizione, Milano, McGraw-Hill, 1998, ISBN 88-386-2362-7.
  • Chew FS, Maldijian C, Leffler SG. Musculoskeletal Imaging: A Teaching File, Lippincott Williams & Williams, 1999.
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina