Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Ascia (disambigua).
Un'ascia

L'ascia è uno strumento da taglio utilizzato per la lavorazione del legno, con la lama perpendicolare al manico[1].

Nel linguaggio comune il termine ascia viene usato intercambiabilmente con scure e accetta ma in realtà quest'ultime due hanno il taglio parallelo al manico.

Se la scure o l'accetta è creata appositamente per essere usata in guerra, viene quasi sempre chiamata ascia, nonostante abbia il filo parallelo all'impugnatura, ad esempio nel caso dell'ascia da battaglia, l'ascia d'armi o l'ascia danese[2].

Indice

CaratteristicheModifica

 
Uso di un'ascia

Questo attrezzo è costituito da:

  • una lama in ferro, ricurva e con il taglio perpendicolare al manico e in questa configurazione generica ha una forte somiglianza con la zappa.
  • un manico, un'estremità del quale viene infilato nell'alloggiamento di forma tronco-conica presente nell'occhio del ferro. Il manico può essere lungo, nella versione da usare a due mani, o corto nella versione da usare con una mano sola.
  • un cuneo, che allarga il manico nell'occhio del ferro, in modo da rendere il tutto solidale.

UsoModifica

Questo attrezzo era utilizzato nel passato e tuttora, dai carpentieri per squadrare i tronchi, prima sgrossandoli e poi lisciandoli. Da qui il nome di maestro d'ascia (o mastro d'ascia) con cui questi abili artigiani erano conosciuti nell'ambito delle costruzioni navali ed edili[1].

NoteModifica

  1. ^ a b Ascia sul vocabolario Treccani, su treccani.it. URL consultato il 22-09-16.
  2. ^ David Harding (a cura di), Enciclopedia delle armi, La Spezia, Fratelli Melta editori, 1995, pp. 22-25, ISBN 88-403-7359-4.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lavoro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lavoro