Aston Martin DBX

vettura automobilistica britannica
Aston Martin DBX
Aston Martin DBX Retro Classics 2020 IMG 0222.jpg
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Aston Martin
Tipo principale SUV
Produzione dal 2019
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 5039 mm
Larghezza 1998 mm
Altezza 1680 mm
Passo 3060 mm
Massa 2245 kg
Altro
Assemblaggio St Athan
Stessa famiglia Aston Martin Vantage (2018)
Auto simili Audi Q8
Lamborghini Urus
Aston Martin DBX Retro Classics 2020 IMG 0227.jpg

L'Aston Martin DBX è un'autovettura di tipo SUV prodotta dal 2019 dalla casa automobilistica britannica Aston Martin.[1][2]

DescrizioneModifica

 
Aston Martin DBX Concept

La vettura è stata anticipata da una concept car presentata al Salone Internazionale dell'Automobile di Ginevra nel 2015. Il concept aveva una carrozzeria a due porte e un telaio in fibra di carbonio; l'alimentazione era affidata a 4 motori elettrici.[3]

Dopo una serie di muletti e uno sviluppo durato 4 anni,[4] è stata presentata ufficialmente il 20 novembre 2019[5].

DesignModifica

Il veicolo porta in dotate varie novità per quanto riguarda i veicoli storicamente costruiti dalla casa di Gaydon; infatti è la prima vettura tipo SUV, a cinque porte e a trazione integrale della casa inglese. Viene prodotta nel nuovo stabilimento a St Athan, nel Galles del Sud.[6]

Il frontale dalla forma bombata e arrotondata, si caratterizza per l'ampia griglia a T rovesciata tipica delle Aston Martin, ma qui è più sviluppata in verticale rispetto agli altri modelli. Sotto la fanaleria principale ci sono due proiettori LED tondeggianti, che al loro interno racchiudo una presa d'aria per i freni.

Le portiere sono senza cornice e il montante centrale è rivestito in vetro nero per alleggerire la fiancata. Posteriormente il vetro, assai inclinato e in stile coupé, termina su un spoiler fisso simile a quello della Vantage. Anche la fanaleria posteriore a sviluppo orizzontale riprende lo stile della Vantage.

Interno si caratterizza per la presenza di due display digitali, uno per il cruscotto da 12,3” e uno touch nella consolle da 10,25”. La capacità del baule dichiarata è di 632 litri con i sedili in uso.

SpecificheModifica

 
Prototipo di una DBX

Sebbene la DBX abbia svariate componenti derivate dalla coupé Vantage, è costruita su una dedicata piattaforma. Il propulsore e il sistema di infotainment è derivato dalla Mercedes-Benz; infatti la DBX utilizza il motore Mercedes-AMG M177[7] da 4.0 litri biturbo con architettura V8 e angolo delle bancate di 90 gradi, che eroga una potenza di 550 CV con una coppia 700 Nm.

 
Interni

La DBX è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi e di raggiungere una velocità massima di 292 km/h. Il cambio è un automatico a 9 marce prodotto dalla ZF. La vettura inoltre è dotata di un sistema di barre antirollio attive azionate da un motorino elettrico da 48 volt che riduce il rollio del corpo vettura in curva; inoltre si possono selezionare cinque diverse modalità di guida: GT, Sport, Sport Plus, Terrain e Terrain Plus.

La potenza viene scaricata a terra attraverso un sistema di trazione integrale. In condizioni normale il sistema privilegia la trazione posteriore con 100% della coppia scaricata al retrotreno, ma in caso di perdita d'aderenza un differenziale autobloccante centrale ripartisce la coppia sull'assale anteriore quando è necessario, fino a un massimo 47% davanti e 53% dietro. Gli ammortizzatori adattivi sono a controllo elettronico e le molle pneumatiche permettono di regolare l'altezza da terra che può alzarsi di 4,5 cm o abbassarsi fino a 5 cm rispetto a quella standard.[8][9]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Mike Duff, Aston Martin DBX Is an SUV Aiming to Be a True Aston, su Car and Driver, 20 novembre 2019. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  2. ^ (EN) Aston Martin DBX, the brand's first SUV, is revealed in all its finery, su Autoblog. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  3. ^ Aston Martin DBX Concept, un gioiello a quattro ruote, su www.repubblica.it. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  4. ^ Aston Martin DBX: la suv che mancava, su www.alvolante.it. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  5. ^ Redazione Motori, Aston Martin DBX, Suv di lusso progettato (anche) dalle donne, su Corriere della Sera, 20 novembre 2019. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  6. ^ (EN) Aston Martin launches first Wales-made car, 20 novembre 2019. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  7. ^ Aston Martin DBX: pricing confirmed from £158,000 | Autocar, su www.autocar.co.uk. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  8. ^ Matthew DeBord, Aston Martin just unveiled its $189,000 DBX SUV in China. Here's a closer look., su Business Insider. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  9. ^ (EN) The $189,000 DBX SUV Is Here to Save Aston Martin, in Wired. URL consultato il 13 gennaio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo