Atetosi

Manifestazione clinica di lesioni del sistema nervoso.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Atetosi
Medical diseases of infancy and childhood (1900) (14580019148).jpg
Specialitàneurologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM781.0
ICD-10R25.8
MeSHD001264

L'atetosi (dal greco ἄϑετος, àthetos, «sconnesso») è un fenomeno costituito da movimenti involontari di torsione, costanti ma lenti, di parti del corpo. Tali movimenti interessano principalmente il volto, il collo e le porzioni distali degli arti.

EziologiaModifica

L'atetosi viene causata da una lesione cerebrale, nella maggioranza dei casi questa proviene da un'encefalopatia neonatale o perinatale (come nella sindrome di Lesch-Nyhan), altre cause sono emorragie o tumori dell'encefalo.

Inoltre poiché l'atetosi può originarsi a partire da una danno confinato ai nuclei della base, i soggetti possono avere una normale intelligenza malgrado i movimenti deabilitanti e il linguaggio disturbato.

Può essere inoltre associata alla corea di Huntington.

TrattamentoModifica

L'utilizzo di antagonisti della dopamina può sopprimere l'atetosi, tuttavia il loro utilizzo a lungo termine può portare a complicazioni.

BibliografiaModifica

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, ISBN 978-88-386-3917-3
  • Atetosi, in Dizionario di medicina, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2010.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina