Apri il menu principale

Bareggia

frazione del comune italiano di Lissone
Bareggia
frazione
Bareggia – Veduta
Chiesa di Sant'Antonio Maria Zaccaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Monza e della Brianza-Stemma.png Monza e Brianza
ComuneLissone-Stemma.png Lissone
Macherio-Stemma.png Macherio
Territorio
Coordinate45°37′48″N 9°14′54″E / 45.63°N 9.248333°E45.63; 9.248333 (Bareggia)Coordinate: 45°37′48″N 9°14′54″E / 45.63°N 9.248333°E45.63; 9.248333 (Bareggia)
Altitudine200-210 m s.l.m.
Abitanti3 500[1] (2008)
Altre informazioni
Cod. postale20050/20851
Prefisso039
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiBareggesi (in dialetto brianzolo Baregiàt)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bareggia
Bareggia

Bareggia (Barègia in dialetto brianzolo) è una delle due frazioni del comune di Lissone, e l'unica frazione del territorio comunale di Macherio, in provincia di Monza e della Brianza. Deve la sua individualità alla coestensiva parrocchia che, caso assai raro nell'Arcidiocesi di Milano, prescinde dai confini civili abbracciando due comuni diversi. Nonostante sia stata inglobata nel comune di Lissone, Bareggia conserva la sua identità, ed un forte spirito autonomista, anche perché geograficamente confina con Lissone, pur facendone parte amministrativamente. Possiede un proprio ufficio postale ed un proprio centro sportivo .Le prime informazioni storiche legate a questa frazione risalgono al quattordicesimo secolo; si ipotizza che il nome della frazione derivi dal conte De Bareggis, fondatore del primo nucleo abitativo conosciuto nel territorio adesso chiamato Bareggia.

Nativo di questa frazione è mons. Pierantonio Tremolada, vescovo di Brescia.

Geografia fisicaModifica

 
Frazione Bareggia

È ubicata a nord-est del comune di Lissone e a sud-ovest di quello di Macherio e conta circa 3.600 abitanti.

Punti d'interesseModifica

Chiesa Parrocchiale

La chiesa parrocchiale dedicata a San Giuseppe e a Sant'Antonio Maria Zaccaria, costruita tra il 1900 e il 1902 con mattoni a vista e ceppo del lambro, con al suo interno dei bei dipinti e uno stupendo altare marmoreo, il campanile sempre in mattoni e ceppo venne completato nel 1905. All'interno della chiesa si possono ammirare i cicli di affreschi fatti dal 1942 al 1944 da Giovanni Garavaglia di Ossona e da Primo Busnelli di Meda.

Chiesa delle Torrette

Alla cascina delle Torrette si trova la Chiesa di Santa Margherita risalente al Trecento, annessa ad un complesso rurale, piccola, ma con degli affreschi meravigliosi.

Degna di nota è anche la Villa Maldura, appartenuta alla famiglia dalla quale prende il nome. Al suo interno vi è una bella cappella dedicata a Sant'Anna.

Cascina Bareggia

E l'antica cascina che dà il nome alla frazione. Si trova nella piazza centrale del rione, di fronte alla chiesa parrocchiale, e al suo interno ospita gli uffici decentrati dell'Amministrazione, alcune associazioni sportive e culturali, l'ambulatorio medico pubblico e una sala polifunzionale.

Bosco Urbano

Nella parte lissonese di Bareggia sorge anche un ampio parco pubblico, il Bosco Urbano, unico polmone verde di un comune ormai densamente urbanizzato. All'interno del parco vi è un laghetto artificiale adibito alla pesca sportiva, oltre a numerosi sentieri ciclopedonali o percorribili a cavallo (anche grazie al maneggio adiacente), immersi in prati, verde agricolo coltivato a mais e boschi.

Voci correlateModifica