Apri il menu principale
Versione alta 110 cm di una barriera jersey atta a deflettere sia automobili che autotreni.

Una barriera Jersey, è un dispositivo di sicurezza modulare di calcestruzzo o plastica, utilizzata per incanalare il flusso stradale oppure per delimitare provvisoriamente un'area di cantiere, utilizzata anche in situazioni di emergenza. Prendono nome dallo stato degli USA che le adottò per primo.

Il suo profilo è volto a minimizzare il danno ai veicoli in caso di contatto accidentale, mantenendo nel contempo la capacità di prevenzione dei salti alla corsia opposta e conseguente scontro frontale. Il risultato è ottenuto permettendo alle gomme del veicolo di salire sul piede a base inclinata, la cui pendenza obbliga la ruota e quindi il veicolo ad allontanarsi dalla barriera. Per questa caratteristica, nell'Ontario, Canada, sulle autostrade (400-series highways), è in corso la sostituzione delle barriere metalliche esistenti di tipo guard rail, con una variante (Ontario tall wall) delle barriere a profilo tipo jersey.[1]

Indice

Tipi di barrieraModifica

 
Barriere in plastica

Le barriere jersey possono essere di diverse forme e materiali a seconda della funzione che andranno a svolgere:

  • In cemento armato, sono lunghe e mediamente alte, vengono utilizzate solitamente per cantieri autostradali; spesso svolgono anche la funzione di spartitraffico permanente in strade ad alta velocità.
  • In PVC o PE, corte e di altezza ridotta, sono utilizzate nei cantieri urbani. Solitamente di colore rosso o bianco, possono essere cave per poter essere riempite di acqua o sabbia per garantire la stabilità sul piano stradale.

AccessoriModifica

 
Un esempio di barriera Jersey

Le barriere jersey sono dotate di diversi accessori:

  • Giunzioni, per unire più moduli adiacenti;
  • Lampeggiante giallo e catarifrangenti, per migliorarne la visibilità;
  • Ruote, per facilitarne lo spostamento;
  • Fori, per l'applicazione di cartelli o paletti.

UsoModifica

Al seguito dell'Attentato del 19 dicembre 2016 a Berlino in alcune città italiane sono state installate barriere di questo tipo a difesa delle aree pedonali e di altre zone sensibili per scongiurare altri attacchi terroristici con l'utilizzo di autocarri per travolgere la folla.[2][3]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica