Apri il menu principale
Altar maggiore - chiesa di San Rocco, Venezia
La Maddalena San Zanipolo Venezia

Bartolomeo di Francesco Terrandi, più noto come Bartolomeo Bergamasco (... – 1528), è stato uno scultore italiano.

Biografia e opereModifica

Operò a Venezia nella prima metà del Cinquecento, collaborando con artisti e architetti lombardi. Il suo stile, grandioso e solenne, si richiama alla classicità, ma con uno spirito estremamente diverso da quello dei suoi contemporanei, prendendo ispirazione, anche tecnicamente, quanto più possibile dalla pittura quanto.

Nell'ambito dei lavori eseguiti per l'altare maggiore della chiesa di San Rocco da Venturino Fantoni, è l'autore, insieme a Giovanni Maria Mosca, di tutte le statue: a lui si devono in particolare il San Sebastiano, il San Pantaleone, l'Annunciazione e il Dio Padre. Nel 1524 scolpì una Maddalena per l'altare di Verde della Scala eseguito da Guglielmo dei Grigi nella chiesa di Santa Maria dei Servi, oggi conservata, entro un differente altare, ai Santi Giovanni e Paolo.

Scolpì le tre statue dell'altare maggiore della chiesa di San Geminiano, oggi conservata nella chiesa dei Cavalieri di Malta. Per la stessa chiesa aveva eseguito il busto del parroco Matteo Eletto, oggi conservato alla Ca' d'Oro. È inoltre l'autore del monumento funebre ad Alvise Trevisan († 1528) nella basilica dei Santi Giovanni e Paolo.

BibliografiaModifica

  • Elena Bassi, BARTOLOMEO di Francesco da Bergamo (B. Bergamasco), in Dizionario Biografico degli Italiani, Treccani. URL consultato il 29 settembre 2011.
  • Anne Markham Schulz, Bartolomeo di Francesco Bergamasco, in Interpretazioni veneziane. Studi di storia dell'arte in onore di Michelangelo Muraro, a cura di David Rosand, Venezia: Arsenale 1984, pp. 257-274
Controllo di autoritàVIAF (EN96283057 · ISNI (EN0000 0003 5546 6687 · ULAN (EN500083633 · WorldCat Identities (EN96283057
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie