Apri il menu principale

Basilica di Santa Maria Infraportas

edificio religioso di Foligno
Basilica di Santa Maria Infraportas
Santa Maria Infraportas.jpg
Veduta frontale della basilica
StatoItalia Italia
RegioneUmbria Umbria
LocalitàFoligno-Stemma.png Foligno
Religionecristiana cattolica
Diocesi Foligno
Stile architettonicoromanico

La basilica di Santa Maria Infraportas è una chiesa di Foligno, in provincia di Perugia.

Indice

DescrizioneModifica

EsternoModifica

 
Il lato posteriore della torre presenta due bifore rispetto all'unica dell'anteriore

La basilica si affaccia su piazza San Domenico ed è documentata già dall'XI secolo.

Il prospetto in fasce di pietra bianca e rosa, adornato con una bifora e preceduto da un piccolo portico, con colonne e capitelli dell'XI o del XII secolo, è una risistemazione ottocentesca che ha utilizzato elementi di un precedente rosone. A destra del portico vi è una edicola risalente al 1480 con un affresco; in fondo al fianco destro si trova la torre campanaria romanica.

InternoModifica

L'interno a tre navate è diviso da pilastri; la navata mediana è con volta a botte, mentre le laterali, aggiunte nel corso del XV secolo, sono con volte a crociera. Alle pareti e sui pilastri si vedono numerosi affreschi votivi.

Nelle tre nicchie della navata di destra si trovano altrettante Crocifissioni, di cui la prima attribuibile a Pier Antonio Mezzastris, mentre la seconda, risalente al 1525 e copia della prima, è opera di un artista minore folignate influenzato dal più noto concittadino Nicolò Alunno; la terza, dell'inizio del Quattrocento, è dovuta a un artista locale con influenze senesi.

 
Cristo benedicente tra i santi Pietro e Paolo con finto arazzo

Interessante anche un Cristo crucifero presente sul secondo pilastro, con caratteristiche che si rifanno a Benozzo Gozzoli. Al pilastro d'ingresso al presbiterio, c'è un San Gerolamo con due angeli che lo incoronano di Mezzastris. Nella parete sinistra del presbiterio vi è il tabernacolo con l'olio santo, della prima metà del Cinquecento, con caratteristiche della scuola lombarda; nel terzo pilastro di sinistra si può ammirare il San Rocco di Mezzastris e una Madonna con Bambino, stucco policromo con caratteristiche fiorentine, della fine del Cinquecento. Alla parete della navata sinistra c'è la Madonna con Bambino e San Giovanni, affresco di Ugolino di Gisberto del 1500 circa.

Al principio della navata sinistra si apre la Cappella dell'Assunta, del XII secolo, con due bifore alla parete destra: nello strombo di una di esse vi è l'Arcangelo Gabriele e il ladrone buono Disma, affreschi della seconda metà del XIII secolo. Nella nicchia di fondo si può ammirare un Cristo benedicente tra i santi Pietro e Paolo e una decorazione a foggia di arazzo orientale dipinto, affresco coevo al precedente. Accanto c'è una statua lignea della Madonna della fine del XII secolo, mentre il Bambino è stato trafugato.

Altri progettiModifica