Benedetto Pereira

teologo spagnolo

Benedetto Pereira, scritto anche Perera e Pereyra (Ruzafa, 1535 circa[1]Roma, 6 marzo 1610), è stato un filosofo, teologo, linguista fisico ed esegeta spagnolo appartenente all'ordine dei Gesuiti. Fu professore a Roma presso il Collegio romano.

Benedetto Pereira

BiografiaModifica

Pereira[2] nacque a Ruzafa, vicino a Valencia, in Spagna. Studente universitario a Valencia, entrò nella Società di Gesù nel 1552. Giunse in Italia ove trascorse un periodo in Sicilia e quindi a Roma, presso il Collegio romano, ove approfondì i suoi studi filosofici divenendo docente di letteratura, filosofia, teologia e Sacre Scritture. Morì a Roma nel 1610.

Profondo teologo e discreto letterato fu soprattutto un grande fisico ed un eccelso filosofo, dotato di una grandissima intelligenza, lottò contro il principio d’autorità introdotto dalla tradizione scolastica.

Pubblicò principalmente 5 opere (delle quali 3 particolarmente significative) e lasciò una grande quantità di manoscritti.

 
Disputationes selectissimae super libro Apocalypsis beati Ioannis Apostoli

Opere principaliModifica

- Da communibus omnium rerum naturalium principiis et affectionibus, Roma, 1562. Ripubblicato in numerose occasioni fino al 1595 è un'opera molto importante e ampiamente citata da filosofi e scienziati del suo tempo tra cui lo stesso Galileo Galilei, in particolare nei suo studi epistemologici e della natura. La struttura del libro si compone in: Prologo, ove egli si incentra su questioni razionali e sperimentali. Seguono 15 libri, con 258 capitoli: Libro I, studio generale di filosofia; Libro II, Filosofia naturale, Fisica e meteorologia; Libro III, la dottrina fisica degli antichi filosofi; Libro IV, le loro opinioni su questioni naturali; Libro V, in materia e privazione; Libro VI, il modulo; Libro VII, natura; Libro VIII, di cause ed effetti; Libro IX, di eventi fortuiti; Libro X, della quantità; Libro XI, del luogo; Libro XII, dell'epoca; Libro XIII, sul movimento della natura; Libro XIV, della varietà di questo movimento; e Libro XV, sul movimento del mondo.

- Adversus fallaces et superstitiosas artes, id est, Demagica, de observatione somniorum, et de divinatione astrologica, 1591. Un'opera divisa in tre libri in cui, nel primo, Pereira ammette la magia naturale come arte sublime e si dedica all'alchimia. Il secondo libro è dedicato all'interpretazione delle visioni. Nel terzo libro, forse ispirato alla bolla di Sisto V del 1586, Pereira fornisce argomenti per dimostrare che l'astrologia giudiziaria è contraria alla fede cristiana. L'opera godette di una traduzione in inglese per opera di Perey Enderbie (1661), con il seguente titolo: Benedic. Pererius. The astrologer anatomised translated by Perci Enderbie (ancora ristampata a Londra nel 1674).

- Commentarium et Disputationum in Genesim, 1589-1598. Nel quale Pereira affronta il rapporto tra religione e scienza.

OpereModifica

  • De communibus omnium rerum naturalium principijs et affectionibus. Libri quindecim (1576).
  • Adversus fallaces et superstitiosas artes, id est, Demagica, de observatione somniorum, et de divinatione astrologica, (Roma, 1591).
  • Commentariorum et disputationum in Genesim tomi quatuor (Hierat, Coloniae 1601).
  • Disputationes selectissimae super libro Apocalypsis beati Ioannis Apostoli (1607).
  • Selectarum disputationum in sacram scripturam, (in cinque volumi: 1601, 1603, 1606, 1608, 1610).

NoteModifica

  1. ^ Pereyra, Benito
  2. ^ Da non confondere con il gesuita portoghese Bento Pereira (1605? - 1681).

BibliografiaModifica

Opere
Studi
  • Carlo Giacon, La Seconda Scolastica, Vol. II: Precedenze teoriche ai problemi giuridici, Toledo, Pereira, Fonseca, Molina, Suarez, Milano, Bocca, 1946 (ristampa: Torino, Nino Aragno Editore, 2004).
  • Marco Lamanna, De eo enim metaphysicus agit logice. Un confronto tra Pererius e Goclenius, in Medioevo 34 (2009) 315-360.
  • Benet Perera (Pererius, 1535-1610). A Renaissance Jesuit at the Crossroads of Modernity, Quaestio. Annuario di Storia della Metafisica, 14, 2014.
  • Juan García Font, Historia de la Alquimia en España, MRA Aurum, 1995
  • Diccionario enciclopédico hispano-americano, Montaner y Simón Editores, Barcelona, 1894, tomo 15, p. 94 ad vocem, Benito Pereira (disponibile all'URL: http://www.filosofia.org/enc/eha/e150094.htm)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN99902933 · ISNI (EN0000 0001 0928 4917 · SBN IT\ICCU\BVEV\025093 · LCCN (ENn85196651 · GND (DE101105118 · BNF (FRcb13005069r (data) · BNE (ESXX1065825 (data) · BAV (EN495/228402 · CERL cnp01878762 · WorldCat Identities (ENlccn-n85196651