Biologia sperimentale

branca della biologia che studia i sistemi biologici utilizzando tecniche scientifiche

La biologia sperimentale è l'insieme delle tecniche scientifiche sperimentali utilizzate in biologia per comprendere il funzionamento alla base dei fenomeni viventi. Il termine è utilizzato in contrapposizione a quello di biologia teorica, che è interessata alla modellizzazione matematica e teorica dei sistemi viventi. Data la complessità dei sistemi analizzati, la biologia è principalmente una scienza sperimentale.[1] Tuttavia, grazie al recente aumento della potenza computazionale, sta pian piano diventando possibile svolgere simulazioni dei fenomeni biologici e dunque trovare soluzioni approssimative e validare i modelli matematici formulati.[2][3]

I metodi utilizzati nella biologia sperimentale sono molteplici e di diversa natura ad esempio molecolari, biochimici, biofisici, microscopici, microbiologici.

Esempi di tecniche utilizzate in biologia sperimentaleModifica

Collegamenti esterniModifica

  1. ^ Craig, Nancy, Molecular Biology, Principles of Genome Function, 2014.
  2. ^ (EN) Francesco Mosconi, Thomas Julou, Nicolas Desprat, Deepak Kumar Sinha, Jean-François Allemand, Vincent Croquette e David Bensimon, Some nonlinear challenges in biology, in Nonlinearity, vol. 21, n. 8, 2008, pp. T131, DOI:10.1088/0951-7715/21/8/T03, ISSN 0951-7715 (WC · ACNP).
  3. ^ What Is Mathematical Biology and How Useful Is It? (PDF), su ams.org.
  Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia