Apri il menu principale
Sezione di uno spartito Black MIDI

Il Black MIDI è un genere musicale che caratterizza i file musicali MIDI composti da un numero elevatissimo di note, tanto che essi non possono essere riprodotti in alcun modo da una o più persone, ma solo da software musicali come Synthesia.

Cenni storiciModifica

Il Black MIDI è nato nel 2009 in Giappone da Shirasagi Yukki, che lo ha utilizzato per la prima volta nella versione di Kuro Yuki Gohan "UN Owen Was Her?" della serie di videogiochi Touhou Project. Il brano venne caricato su Internet e diventò virale dapprima in tutto il Giappone, poi anche in Cina e in Corea. Il genere musicale venne esteso successivamente anche agli altri temi musicali della serie Touhou.

Nel 2011 il Black MIDI divenne popolare anche in Europa e negli Stati Uniti grazie a una composizione di Kakakakaito. Da allora in tutto il mondo vengono creati numerosi arrangiamenti di canzoni preesistenti o di nuovi brani che da poche migliaia di note arrivavano a contarne anche 10 milioni.

StrutturaModifica

Il Black MIDI è chiamato così perché la trascrizione di un brano su uno spartito appare nera per l'alta densità di segni grafici. Generalmente le note sono composte in modo da creare disegni o effetti grafici durante la riproduzione della traccia su software musicali. Per riprodurre un brano su un software, è necessario che il processore della macchina sia tecnologicamente avanzato, altrimenti è possibile che non riesca a caricare il file proprio perché ha un'alta densità di note.

Collegamenti esterniModifica