Apri il menu principale

Blizzard (meteorologia)

fenomeno meteorologico caratterizzato da intense nevicate con forti raffiche di vento
Blizzard a Manhattan, New York.

In meteorologia, il prestito[1] inglese blizzard[2] è un vento polare[1] che per estensione[1] viene usato per riferirsi ad una tempesta di neve con raffiche di vento molto forti e conseguente bassa visibilità. La distinzione fra un blizzard e una comune tempesta di neve è convenzionale, e non univoca[senza fonte].

Indice

DescrizioneModifica

Per il Servizio meteorologico canadese, per esempio, una tempesta di neve si classifica come blizzard se presenta le seguenti caratteristiche:

  • visibilità inferiore al chilometro;
  • venti sopra i 40 km/h;
  • temperatura percepita a causa del vento (windchill, che è diversa dalla temperatura dell'aria registrata dai termometri) inferiore a −25 °C, poiché quando il vento spira ad una certa velocità influisce sulla sensazione di freddo che il corpo umano percepisce, in quanto porta via il calore che il corpo stesso produce, e lo raffredda più rapidamente;
  • durata di almeno 4 ore.
 
Conseguenze di un blizzard a Jamestown, Dakota del Nord.

Forti tempeste di neve di questo genere sono relativamente frequenti in Russia, in modo particolare in Siberia, nel nord degli Stati Uniti d'America e più frequentemente in Canada. Nell'Europa centrale e occidentale non sono presenti fenomeni di tale intensità, anche se un fenomeno simile può verificarsi nel Nord Europa, soprattutto nei Paesi scandinavi e nel Regno Unito, dove però sono meno frequenti a causa dell'Oceano atlantico che influenza il clima dell'isola; infatti, in Gran Bretagna i parametri che definiscono un blizzard sono più severi. L'Ufficio meteorologico britannico considera blizzard un fenomeno con le seguenti caratteristiche:

  • nevicate moderate o forti;
  • velocità del vento minimo di 48 km/h;
  • visibilità inferiore ai 200 metri.

Procedure d'emergenzaModifica

 
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Secondo la Protezione civile canadese, queste sono le regole da seguire se viene emesso un allarme blizzard:

  • conservare una buona scorta di combustibile da riscaldamento e di cibo. Se si viene avvisati del pericolo blizzard in tempo utile, fare scorta di benzina o gasolio e cibo. Includere cibi che non hanno bisogno di essere cotti in caso vi sia mancanza di energia.
  • Assicurarsi che gli animali siano protetti, fornendo loro abbondanza di cibo e acqua prima che la tempesta raggiunga il pieno vigore.
  • Non rimanere all'aperto e non uscire se si è al riparo, si può facilmente perdere l'orientamento con la neve che acceca a causa della forza del vento e della scarsa visibilità. Se si deve uscire per cause di forza maggiore, assicurare il capo di una corda alla casa e l'altro attorno alla vita per ritrovare la via di ritorno. Se si raggiunge un'altra casa, legare fermamente la corda a quest'ultima.
  • Attendere la fine del blizzard al riparo. Queste tempeste possono durare anche giorni.
  • Prepararsi in caso di mancanza di energia elettrica, controllando le pile delle apparecchiature a batteria come torce e radio portatili prima che la tempesta colpisca.
  • Fare attenzione al rischio d'incendio dovuto a stufe surriscaldate, caminetti, caldaie.
  • Usare la massima attenzione nelle operazioni di spalatura dopo la tormenta. È un lavoro estremamente faticoso e duro specialmente per chi non è in perfette condizioni fisiche e può portare addirittura ad attacchi cardiaci.
  • Conservare una giusta dose di medicinali nel caso qualcuno si senta male durante la tempesta, e soprattutto se si soffre di una qualche patologia.

In ItaliaModifica

Negli Appennini, un vento impetuoso accompagnato da neve minuta (nevischio) è detto fogno[3].

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Blizzard, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85014897