Blundstone Footwear

Blundstone Footwear
StatoAustralia Australia
Fondazione1870 (1892 come J. Blundstone & Son)
Sede principaleHobart
Settorecalzaturiero
Prodotticalzature
Sito webwww.blundstone.com

Blundstone Footwear (ˈblʌndstən BLUND-stən)[1] è un marchio di calzature australiano, di Hobart, Tasmania, con manifattura oltremare dal 2007. Il prodotto più noto è lo stivale con bande elastiche laterali chiamati "The Original", e conosciuti in Australia come "Blunnies".

Stivali Blundstone

StoriaModifica

La Blundstone company fu creata da emigranti dall'Inghilterra alla Tasmania.

John e Eliza Blundstone arrivarono a Hobart Town dal Derbyshire, il 14 ottobre 1855. John Blundstone fabbricava divani fino al 1870, poi iniziò a importare calzature dalla patria natale poi a Hobart in Liverpool Street iniziò la fabbricazione.

Dal 1892, Blundstone Sylvanus, primogenito, entrò in affari con il padre creando la J. Blundstone & Son, fabbricando stivali a Collins Street, e poi a Campbell Street. L'importazione continuò ad opera dell'altro figlio William, con la W.H. Blundstone & Co.

Alla fine del XIX secolo le aziende iniziarono ad avere problemi finanziari. J. Blundstone & Son fu comprata nel 1901 dalla famiglia Cane, e W.H. Blundstone & Co. entrò in bancarotta nel 1909. I Cane condussero l'azienda fino alla Grande depressione in Australia e la società venduta. I compratori furono: James T.J. e Thomas Cuthbertson, nel 1932. Furono pronipoti di James Cuthbertson uno dei fondatori di Melbourne, a seguito dei Roaring Forties e arrivati a Hobart nel 1853.

I fratelli Cuthbertson continuarono l'attività con successive fusioni societarie sempre a marchio Blundstone, a South Hobart, e la sede a Moonah. Nel 2000 la società Blundstone acquisitò il marchio calzaturiero John Bull, fondato nel 1934 in Nuova Zelanda.

La conceria venne chiusa nel 2009.[2]

ManifatturaModifica

Nel gennaio 2007, Blundstone Australia annuncia che causa la crisi finanziaria il prodotto verrà prodotto non più in Australia e Nuova Zelanda ma in Tailandia, India e Vietnam, con 360 licenziamenti in Australia.[3] Ma Blundstone pianificò anche che almeno 200.000 paia di calzature sarebbero ancora uscite dalla fabbrica di Tasmania ogni anno,[4] stivali in particolare.[5]

Il sindacato "Construction, Forestry, Mining and Energy Union", annunciò che avrebbe boicottato la marca se la produzione fosse portata all'estero.

Sotto due paia di Blundstone 803:

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica