Bretannione di Tomis

vescovo bizantino
San Bretannione di Tomis

Vescovo

 
MorteIV secolo
Venerato daChiesa cattolica
Chiese ortodosse
Ricorrenza25 gennaio

Bretannione di Tomis (... – prima del 381) è stato un vescovo bizantino, vescovo di Tomis nella seconda metà del IV secolo.

È noto anche con i nomi di Bretannio o Vetranio.

BiografiaModifica

Poco si conosce della vita di questo santo vescovo, che fu metropolita di Tomis, città della Scizia minore corrispondente all'odierna Costanza in Romania.

Secondo la testimonianza di Sozomeno, durante la guerra gotica del 376-382, l'imperatore Valente si fermò a Tomis. Radunato il popolo nella cattedrale, cercò di convincerlo a sostenerlo nella sua causa ariana. Bretannione si oppose e difese la fede del concilio di Nicea subendo per questo l'esilio.

CultoModifica

La sua memoria liturgica cade il 25 gennaio. Il martirologio romano lo ricorda con queste parole:

(LA)

«Tomis, in Scythia, sancti Bretannionis Episcopi, qui mira sanctitate et catholicae fidei zelo, sub ariano imperatore Valente, cui fortiter restitit, in Ecclesia floruit.»

(IT)

«San Bretannione, vescovo di Tomis in Scizia, che, sotto l’imperatore ariano Valente al quale si oppose strenuamente, si distinse in mirabile santità e zelo per la fede cattolica.»

(Vetus Martyrologium Romanum, die 25 Januarii.)

Collegamenti esterniModifica