Bugha al-Sharabi

militare turco
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando notizie sul generale turco che servì parimenti sotto gli Abbasidi nel IX secolo, vedi Bugha il Vecchio, ossia Bughā al-Kabīr.

Bugha al-Sharabi, chiamato anche Bughā al-Saghīr, ossia "il Giovane" per distinguerlo dal suo omonimo contemporaneo Bugha il Vecchio (in arabo: ﺑﻐﺎ ﺍﻟﺸﺮﺍﺑﻲ‎, ossia "Bughā il Coppiere",[1]; ... – 868), fu un comandante militare turco dell'esercito califfale abbaside nel corso del IX secolo.

Servì sotto il Califfo al-Mutawakkil (reg. 847–861) in Azerbaigian, prendendo a cospirare però con gli altri "Turchi" che assassinarono poi al-Mutawakkil per mano del figlio. Strettamente alleato a un altro esponente turco, Wasif al-Turki, Bughā assunse il potere a corte sotto i Califfi al-Muntaṣir (reg. 861–862) e al-Musta'in (reg. 862–866), durante l'"Anarchia di Samarra".

Cadde in disgrazia sotto al-Mu'tazz (reg. 866–869), che aveva subito la sua influenza nell'assassinio di suo padre al-Mutawakkil. Nell'868, Bughā fu imprigionato e giustiziato su ordine del Califfo.

NoteModifica

  1. ^ Il termine si riferiva a una sua posizione di rilievo a corte, come commensale del Califfo. Il nome proprio di persona Bughā invece, in turco, significava "Toro".

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica