Apri il menu principale
(FR)

«Comme l'opale, notre côte présente cette gamme de tons, toujours variés, qui font le bonheur des peintres[1]»

(IT)

«Come l'opale, la nostra costa presenta una gamma di tonalità, sempre varia, che fa la felicità dei pittori»

(Édouard Lévêque, pittore e scrittore che coniò il termine "Côte d'Opale")
Mappa della Francia nord-orientale con la Côte d'Opale
Un tratto della Côte d'Opale presso Audresselles
La spiaggia di Le Touquet, nella Côte d'Opale
Le falesie di Cap Blanc Nez, nella Côte d'Opale

La Côte d'Opale ("Costa d'opale", in olandese Opaalkust, in fiammingo Opoalkust) è un tratto di costa sulla Manica della Francia settentrionale, situato di fronte alla costa sud-orientale dell'Inghilterra (da cui è separato dallo Stretto di Dover) e che si estende per circa 120 km. di dune, sabbia e scogliere tra i dipartimenti Nord e Passo di Calais, nella regione del Nord-Passo di Calais, e tra le località (da nord a sud) di Calais e Berck-sur-Mer (sull'estuario del fiume Authie, al confine con la Piccardia).

Il termine "Côte d'Opale", dovuto probabilmente ai colori opalini della sabbia[2], fu coniato nel 1930 dal pittore e scrittore di Le Touquet Édouard Lévêque.[1][2][3][4]

Le località principali della costa sono Boulogne-sur-Mer, Calais e Le Touquet (definita la "perla della Côte d'Opale"[3]).

Questo tratto di costa fu fonte d'ispirazione per scrittori quali Victor Hugo e per vari pittori come Camille Corot[2].

Indice

GeografiaModifica

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Mincoin.com - Le site internet des amoreux de la Côte d'Opale
  2. ^ a b c A.A.V.V., Francia Nord, Touring Club Italiano, Milano, 2003
  3. ^ a b Le département du Pas de Calais: La côte d'opale, su pas-de-calais62.fr. URL consultato il 28 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2011).
  4. ^ Aquadesign.be: La Côte d'Opale, le littoral du Nord de la France
  5. ^ a b A.A.V.V., Francia, Dorling Kindersley, London - Mondadori, Milano, 1996

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica