Apri il menu principale
Calcide
Nome originale Χαλκίς
Territorio e popolazione
Lingua greco antico
Localizzazione
Stato attuale Grecia Grecia

Calcide (in greco antico: Χαλκίς) era una città dell'antica Grecia ubicata in Etolia e menzionata da Omero nel catalogo delle navi dell'Iliade, alla quale viene applicato l'epiteto omerico di «lungomare».[1]

StoriaModifica

Strabone, che dice si chiamasse anche Hipocalcis, la ubica sopra un monte che porta lo stesso nome, nei pressi di Calidone e nelle vicinanze di un altro monte chiamato Tafiaso dove, secondo la trazione, vi erano le tombe di diversi centauri, come Neso. Si trovava presso il fiume Eveno.[2]

Viene localizzata su un monte chiamato Varasova, situato presso la località di Ano Vassiliki.[3]

NoteModifica

  1. ^ Omero, Iliade, II, 640.
  2. ^ Strabone, IX,4,8; X,2,4-5.
  3. ^ Strabone,, Geografia libri VIII-X, p.432, nota 215 di Juan José Torres Esbarranch, Madrid: Gredos (2001), ISBN 84-249-2298-0.
  Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia