Carlotta di Rohan-Rochefort

Carlotta Luisa Dorotea di Rohan – Ritratta da François-Joseph Desvernois

Carlotta di Rohan, "Mademoiselle de Rochefort" (Parigi, 25 ottobre 1767Parigi, 1º maggio 1841) fu una nobildonna francese appartenente al casato dei Rohan. Andò sposa all'ultimo duca di Enghien, fucilato nel 1804 nel Castello di Vincennes con l'accusa di tradimento. Carlotta era figlia di Charles Jules Armand, principe di Rochefort, e di Marie-Henriette d'Orléans, ultima esponente del ramo degli Orléans-Rothelin. Discendenti dei Sovrani di Bretagna, i membri del casto dei Rohan, avevano diritto al titolo di "Altezza". Ella era anche nipote del cardinale Louis René de Rohan, "Cardinal de Rohan", del quale fu erede universale.[1]

BiografiaModifica

Carlotta sposò segretamente a Baden il 18 febbraio 1804 Luigi Antonio Enrico di Borbone, Duca di Enghien, con il quale visse ad Ettenheim meno di un mese, in quanto il duca, che già aveva combattuto nelle armate di emigré francesi a fianco delle potenze centrali contro la repubblica rivoluzionaria francese, al comando del nonno Luigi Giuseppe di Borbone, Principe di Condé, venne rapito, per ordine di Napoleone Bonaparte, da un contingente di cavalleria francese agli ordini dell'allora generale di brigata Michel Ordener, tradotto a Parigi con l'accusa di complottare contro la vita dell Primo Console, processato e condannato poi per tradimento (l'accusa di cospirazione cadde e fu mutata in alto tradimento per aver combattuto contro l'esercito repubblicano francese) e fucilato nel fossato del Castello di Vincennes il 21 marzo 1804.

Il matrimonio fu celebrato in segreto, essendo ad esso contrario il nonno paterno del duca di Enghien.

Dopo la morte del marito, Carlotta non si risposò più, vivendo nella memoria dell'amato Luigi Antonio, fino al raggiungimento del 73º anno di età.

NoteModifica

Controllo di autoritàVIAF: (EN207971230 · ISNI: (EN0000 0003 5841 0005 · BNF: (FRcb119747246 (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie