Casa Geschader è un edificio storico del centro storico di Šumperk. Prende nome dall'ultimo proprietario, Alois Geschader. I primi documenti arrivatici risalgono al 1535. L'edificio ha assunto la forma odierna dopo una ristrutturazione del XVIII secolo. La casa è protetta dalle leggi di tutela dei monumenti storici e culturali della Repubblica Ceca.

StoriaModifica

 
Casa Geschader nel 2008

Probabilmente la casa fu costruita nel complesso del convento dei domenicani. A metà del XVII secolo l'acquistò Valentin Peschke, che era un produttore del tessuto chiamato trip. Il figlio, Heinrich Peschke, che insieme ai fratelli aveva ereditato la casa e la formula per la produzione del tessuto, fu uno dei più grandi personaggi della storia di Šumperk. La sua ricchezza lo mise in contatto con le persone più influenti dell'epoca e raggiunse la carica di sindaco della città negli anni '70 del XVII secolo. Nel periodo dell'inquisizione fu accusato insieme alla moglie di stregoneria e di partecipare alle orgie delle streghe. Infine morì in carcere dopo parecchi anni di tortura. L'inquisitore Heinrich Boblig von Edelstadt non ottenne mai nessuna prova della sua colpa, perché non la riconobbe mai. Dopo la sua morte la casa ebbe diversi proprietari. L'ultimo fu il mercante Alois Geschader e la casa ancora adesso porta il suo nome. Nel 1901 passò nelle mani del comune. Negli anni 1994-1995 la casa fu ristrutturata e la cerimonia di apertura si svolse il 26 agosto 1995. Oggi nella casa Geschader c'è la sede di un'associazione che promuove la comprensione reciproca e il superamento delle divisioni storiche tra i cechi e i tedeschi.

CollezioneModifica

Nello scantinato gotico originario, dal 2010 è collocata un'esposizione intitolata “I processi alle streghe”. Essa presenta gli avvenimenti storici dalla 2ª metà del XVII secolo. L'esposizione utilizza una tecnologia per la visita guidata, il guidePORT, grazie alla quale i visitatori possono muoversi liberamente senza l'accompagnamento di una guida. La Casa Geschader fa parte di un percorso collegato a una pista ciclabile che attraversa tutti i luoghi dove sono avvenuti i processi dell'inquisizione, a partire da Mohelnice passando per Zlaté Hory e arrivando fino a Nysa nel territorio della Polonia.

BibliografiaModifica

Libri in ceco:

  • Polách D., Kauza Geschaderův dům, Šumperk 1995
  • Spurný Fr., 700 let města Šumperka 1276-1976, Šumperk 1976
  • Jarmarová H., Šumperk – Zmizelá Morava a Slezsko, nakladatelství Ladislav Horáček – Paseka v Praze a Litomyšli, 2009, ISBN 978-80-7185-952-9
  • Město Šumperk, Kde v Šumperku žily čarodějnice, 2007
  • Spurný, F., Pavlíček, J., Šumperské proměny, Veduta Štíty 1991, ISBN 80-900893-9-9
  • Neubauerová M., Polách D., Zpráva o nevíře, Jeseníky – Sdružení cestovního ruchu, 2010, ISBN 978-80-904386-1-3
  • Čarodějnická cyklotrasa, Grzegorz Zwoliňski, 2009, ISBN 978-83-61829-84-3
  Portale Repubblica Ceca: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Repubblica Ceca