Catasto alberi

Un catasto alberi o censimento è un elenco tramite il quale vengono gestiti gli alberi di una città o di una strada. Le funzioni svolte dagli inventari del verde urbano sono diverse e raggruppabili in tre categorie principali:

  • patrimoniali;
  • gestionali[1];
  • ambientali.

Le esigenze legate alla funzione ambientale sono emerse alla fine degli anni novanta del XX secolo con il crescente interesse verso la gestione delle risorse ambientali e della gestione sostenibile. Se le risorse censite sono collegate ad un sistema SIT (Sistema informativo territoriale) è evidente la potenzialità dello strumento per la verifica delle caratteristiche ecologiche funzionali del territorio.

L'elenco può essere gestito tramite schede su carta[2] oppure sistemi informatici. Tutti gli alberi contenuti ottengono un numero univoco, tramite il quale possono essere contraddistinti, sul territorio, in specifici ambiti o località. Quando il catasto alberi informatico è accoppiato ad un SIT è possibile ottenere la visualizzazione della posizione sulla cartografia tecnica digitale e, mediante appositi applicativi (disponibili anche nelle versioni "open source"), su pagine Web (web-GIS) .

Nel catasto alberi vengono raccolti i tipicamente seguenti dati

  • denominazione / identificazione dell'albero (ad esempio numero, eventualmente con RFID)
  • struttura associata ("Fa parte del parco nn")
  • posizione esatta (coordinate degli alberi)
  • genere/specie
  • anno di impianto
  • altezza
  • diametro tronco
  • diametro chioma
  • stato della pianta (stima di vitalità)
  • disposizione per parassiti
  • stato (ad esempio Monumento naturale)
  • fotografia dell'albero
  • storico delle cure applicate
  • costi delle misure di cura
  • valutazione delle condizioni di stabilità
  • competenza, "Proprietario" (Comune, Provincia, privato, etc.)
  • competenza dei controlli, "Proprietario" (ad esempio terzi incaricati)
  • data dell'ultimo controllo
  • data, risp. mese/anno del prossimo controllo

Siccome il proprietario dell'albero (comune, gestione parchi, privato, etc.) è anche responsabile della sua sicurezza, i catasti alberi sono strumenti che aiutano la gestione.

Catasti alberi moderni si appoggiano spesso su computer palmari, con i quali possono essere registrati i controlli degli alberi. Oltre alla documentazione necessaria ai fini assicurativi, i catasti alberi possono essere usati anche per constatare interventi curativi necessari in zone abitate, oltre che ad appaltarli e documentarli. Vedi anche Arboricoltura

Riccardo Antonaroli. Censimento della vegetazione del Comune di Sassuolo: primi risultati. Genio Rurale nº9, 1998.(http://www.reteimprese.it/arts_A10690B16872)

Riccardo Antonaroli. Censimento informatizzato degli alberi in ambiente urbano. L’esperienza del Comune di Sassuolo. Sherwood, VI, 2000, nº 55: 15-19.

NoteModifica

  1. ^ N. Luchi, M. Vannuccini, T. Panzavolta, R. Tiberi, M. Feducci, F. Salbitano, M. Giachini, L. Zocco Pisana e P. Capretti, Censimento e indicazioni gestionali contro le avversità delle alberature dell’Opera delle Mura di Lucca, in Forest@, n. 5, 2008, pp. 253-261.
  2. ^ Patrimonio arboreo stradale (piante singole e/o in filare) e non (piante d'alto fusto e/o di particolare interesse storico-ambientale-monumentale inserite come soggetti arborei singoli nell'ambiente e/o in aree vocate a verde: giardini-parchi-boschi) - B.1. Censimento alberature stradali, su Regione.Veneto.it, 14 agosto 2018. URL consultato il 25 agosto 2028.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4428294-1