Cattedrale di Erevan

La cattedrale di Erevan (in armeno: Սուրբ Գրիգոր Լուսավորիչ մայր եկեղեցի?, Surb Grigor Lusavorich mayr yekeghetsi) consacrata a San Gregorio Illuminatore, è il principale luogo di culto della chiesa apostolica armena nel mondo: è ubicata nel quartiere Kentron di Erevan, capitale dell'Armenia, ed è fra i maggiori edifici cultuali del Caucaso meridionale, insieme alla Cattedrale della Santissima Trinità di Tbilisi.

Cattedrale di Erevan
StatoArmenia Armenia
LocalitàErevan
Coordinate40°10′19″N 44°31′00″E / 40.171944°N 44.516667°E40.171944; 44.516667
ReligioneChiesa apostolica armena
FondatoreEduardo Eurnekian
ArchitettoStepan Kurkchyan
Stile architettonicoArchitettura armena

StoriaModifica

La cattedrale fu edificata per impulso del catholicos Vazgen I. La sua costruzione ebbe inizio il 7 aprile 1997 con la cerimonia della benedizione del terreno, celebrata dal catholicos Karekin I.[1] l'edificio fu progettato dall'architetto Stepan Kurkchyan e inaugurato ai fedeli nel 2001, dopo quattro anni di cantiere.

La consacrazione della cattedrale è stata celebrata il 23 settembre 2001, in occasione del 1700º anniversario della proclamazione del Cristianesimo come religione statale dell'Armenia (che, in effetti, si convertì a tale culto nel 301). L'edificio chiesastico accoglie le reliquie di San Gregorio l'Illuminatore, apostolo degli Armeni e fondatore del Cristianesimo nella loro nazione. Poco dopo la consacrazione lo stesso papa Giovanni Paolo II decise di porre omaggio all'Armenia visitando personalmente la cattedrale.[2]

ArchitetturaModifica

La cattedrale, di dimensioni notevoli, si compone di tre corpi chiesastici distinti: la Cattedrale, con 1700 posti a sedere, e le cappelle dedicate a Tiridate III di Armenia, immediatamente divinizzato come Santo dopo la sua morte e particolarmente venerato dagli Armeni, e alla consorte Ashkhen (entrambe le cappelle sono dotate di 150 posti a sedere). Queste due figure religiose hanno rivestito un ruolo cruciale nel riconoscere in Armenia il cristianesimo come religione di Stato. La torre campanaria, traforata da più di trenta archi, e la corte si trovano all'ingresso della cattedrale. Le sale per i ricevimenti e le attività liturgiche sono ubicate al piano inferiore della chiesa principale.

L'intero complesso chiesastico si estende per circa 3,822 metri quadrati, mentre la sua altezza da cielo a terra è pari a cinquantaquattro metri.[3][4] Interessante ricordare, infine, che la chiesa principale è stata costruita grazie alle donazioni di Richard Alexander Manoogian e Louise Manoogian Simone in memoria del padre defunto, il filantropo e imprenditore Alex Manoogian: le due cappelle e le torri, analogamente, sono state erette grazie alla magnanimità, rispettivamente, di Nazar e Artemis Nazarian, Kevork e Linda Kevorkian e di Eduardo Eurnekian.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Louise Simone and Richard Manougian Donate $2 Million to Yerevan Cathedral Project, su asbarez.com, Asbarez, 30 giugno 2000.
  2. ^ w2.vatican.va, 2001, http://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/en/homilies/2001/documents/hf_jp-ii_hom_20010926_yerevan-st-gregory.html.
  3. ^ (AR) Սբ. Գրիգոր Լուսավորիչ մայր եկեղեցի, su yerevan.am, Official Website of the Yerevan Council. URL consultato il 17 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2011).
  4. ^ (EN) Local Area: St. Grigor Lusavorich Cathedral, su parishotel.am. URL consultato il 17 giugno 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica