Apri il menu principale
Cave de Tyron
Ubicazione
Stato attualeLibano Libano
CittàSidone
Coordinate33°35′00″N 35°36′50″E / 33.583333°N 35.613889°E33.583333; 35.613889Coordinate: 33°35′00″N 35°36′50″E / 33.583333°N 35.613889°E33.583333; 35.613889
Informazioni generali
TipoFortezza medievale
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La Cave de Tyron era una fortezza costituita da varie stanze scavate nella roccia del fianco del Jabal Niha, un monte a est della città di Sidone, in quello che era territorio della Signoria di Shuf, nel crociato Regno di Gerusalemme.

È un esempio estremo di uso delle difese naturali che la rendevano pressoché imprendibile, anche se presidiata da una piccola guarnigione, infatti si poteva raggiungere solo percorrendo un sentiero largo a malapena un metro ed era situata ad una quota di centinaia di metri sul livello del mare.

Tuttavia cadde in mano ai musulmani nel 1133; tornata ai cristiani fu conquistata di nuovo nel 1165 da Shīrkūh, generale di Norandino; tornò ai crociati nel 1240 circa, o forse tra il 1182 ed il 1187. Nel 1257 Giuliano de Grenier, Signore di Sidone, la diede all'Ordine teutonico. Sembra sia stata abbandonata nel 1260.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (FR) Maxime Goepp, Benjamin Saintamon, Caves de Tyron, su Forteresses d'Orient, 2 maggio 2006. URL consultato l'11 ottobre 2009.
  Portale Crociate: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Crociate