Apri il menu principale

In telecomunicazioni e ingegneria elettrica con il termine cavidotti si intendono le condutture adibite al passaggio di cavi elettrici e/o cavi ottici deputati al trasporto di dati per la rete telefonica generale e la rete per il trasporto dati non vocali (Internet). Essi rappresentano dunque le modalità di trasporto o distribuzione dell'energia elettrica al suolo dove non è possibile per vari motivi è sconveniente utilizzare elettrodotti sospesi su tralicci oppure per il trasporto dei dati nella rete di trasporto e/o nella rete di accesso delle reti di telecomunicazioni cablate.

DescrizioneModifica

A seconda che ci si trovi nella rete di accesso o nella rete di trasporto i collegamenti fisici all'interno dei cavidotti assumono gerarchie logiche di trasmissione superiori ovvero supportano capacità trasmissive e velocità effettive di trasmissione via via superiori passando dall'accesso al trasporto e viceversa: così se nell'ultimo miglio della rete di accesso sono presenti unicamente i doppini telefonici degli utenti affasciati tra loro, su una dorsale comune è frequente trovare non singole fibre ottiche, ma fasci ottici cioè cavi ottici composti da più fibre affasciate tra loro.

La realizzazione dei cavidotti costituisce una voce importante all'interno dei costi complessivi di realizzazione dell'infrastruttura di rete in quanto la relativa operazione di scavo è un'operazione estremamente onerosa. Per questo motivo spesso ci si appoggia a infrastrutture di rete già esistenti come la rete fognaria (isolando opportunamente i cavi stessi) o gli elettrodotti aerei stessi sospendendo la fibra ottica sui tralicci.

Voci correlateModifica