Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cavoletti di Bruxelles
Brussels sprout closeup.jpg
Brassica oleracea var. gemmifera
Classificazione classica
Dominio Eukaryota
Regno Plantæ
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Capparales
Famiglia Brassicaceae
Genere Brassica
Specie B. oleracea
Classificazione filogenetica
Ordine Brassicales
Famiglia Brassicaceae
Nomenclatura trinomiale
Brassica oleracea var. gemmifera

I cavolini o cavoletti di Bruxelles[1] (Brassica oleracea var. gemmifera) sono una varietà di Brassica oleracea.

CaratteristicheModifica

 
Piante di cavolini di Bruxelles con i germogli lungo il fusto (Francoforte)

La parte commestibile è costituita dai germogli ascellari della pianta. Di forma globulare, crescono alla base delle foglie principali e sono costituiti da foglioline embricate (l'una che copre una o due sottostanti, come i carciofi). Il portamento di questa pianta ricorda il cavolo nero toscano e la coltura è molto simile.

DiffusioneModifica

Per crescere la pianta predilige un clima fresco, tipico del nord Europa. È però sensibile alle temperature troppo basse, oltre che al caldo eccessivo.[2].

UtilizzoModifica

I cavolini vengono consumati cotti al vapore e poi spalmati con un po' di burro. A volte viene aggiunto del limone.

NoteModifica

  1. ^ Wolfgang Schweickard, Derivati da nomi geografici (A - E), Walter de Gruyter, 2013, pp. 295. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  2. ^ Natalia Paciocchi, Il tuo orto in cucina in autunno e in inverno: Coltivare, scegliere e cucinare la tua frutta e verdura di stagione, Edizioni LSWR. URL consultato il 24 gennaio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica