Apri il menu principale

StoriaModifica

La frazione fino al 1971 era denominata semplicemente Celle. Quell'anno il Comune di Pescaglia, con delibera del 28 maggio, ha stabilito di cambiarne in nome in Celle dei Puccini in onore di Giacomo Puccini. Il musicista era infatti molto legato a quel paese dove era nato suo nonno Giacomo e dove aveva trascorso molti periodi della sua infanzia[1].

Museo Casa dei PucciniModifica

Il Museo Casa dei Puccini è stato istituito nel 1976 grazie all'impegno dell'Associazione lucchesi nel mondo[2][3]. In esso sono raccolti importanti cimeli pucciniani donati dall'Associazione stessa e da Alba e Nelda Franceschini, nipoti di Giacomo Puccini (figlie di Ramelde (sorella di Giacomo Puccini e Raffaello Franceschini), e da altri eredi.[4]

NoteModifica

  1. ^ Casa dei Puccini, su Comitatopuccini.it. URL consultato il 25/02/18 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2013).
  2. ^ Museo di Celle dei Puccini, Celle, Garfagnana, su assvol.comune.lucca.it. URL consultato il 25 ottobre 2013.
  3. ^ Il museo di Celle Puccini, su lucchesinelmondo.it. URL consultato il 15/02/18.
  4. ^ Guglielmo, Lera, Celle dei Puccini, guida al Museo, Lucca, PromoLucca, 1995. - 91 p.

BibliografiaModifica

  • Francesco Giusti, Celle paese ignorato dove visse Giacomo Puccini in "La Nazione". - N.212 (8 settembre 1967).
  • Gino Arrighi, La casa dei Puccini a Celle in "Rivista di Archeologia, Storia, Economia, Costume". - a.4, n.4 (ott./dic. 1976), p. 37-38.
  • Carlo Marsili, L'antica famiglia Puccini a Celle, in Ars et labor, rivista mensile illustrata , A. 64, n. 10 (1909) p. 738-742.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana