Apri il menu principale

Cesare Vivaldi

poeta e critico d'arte italiano

BiografiaModifica

Nato a Imperia da una famiglia di Porto Maurizio, si trasferì con i genitori a Roma nel 1933. Si laureò in Letteratura italiana nella capitale, dopo aver frequentato alcuni seminari con Giuseppe Ungaretti. Scrisse versi in italiano, ma compose anche poesie in lingua ligure. Nel 1970 incontrò la pittrice Simona Weller di cui diverrà il compagno per 12 anni. Si occupò lungamente di arte, curando numerosi cataloghi di mostre e scrivendo numerosi testi critici. Tradusse opere di poeti latini (Marziale, Giovenale, Ovidio, Virgilio). Nel 1994 vinse il Premio Feronia-Città di Fiano per la poesia.

La sua poesia si sviluppa inizialmente nell'ambito dell’ermetismo, poi del neorealismo; in seguito segue le forme sperimentali dell’avanguardia e infine un maggiore abbandono lirico, in versi dialettali ricchi di una vigorosa forza rappresentativa[1].

OpereModifica

CurateleModifica

  • Manuale del teatro di massa, Roma, Edizioni di cultura sociale, 1951
  • Poesia satirica nell'Italia d'oggi, Parma, Guanda, 1964
  • Moncada fixes, Bruxelles, 1969
  • Letture della Liguria, Padova, RADAR, 1969
  • Presentazione del libro "Oltreomega", Pier Augusto Breccia, Realizzazione grafica di Giuseppe Montanucci, Galleria il Grifo Roma, 1981
  • Poesia dialettale dal Rinascimento a oggi, Milano, Garzanti, 1991 (2 voll.; con Giacinto Spagnoletti)
  • Umbria negli occhi (1982-1992), Roma, Grafica dei greci, 1995
  • Emilio Scanavino: ceramica e scultura, Roma, Grafica dei greci, 1995
  • Carlo Caroli: Pitture, disegni e sculture, Roma, Tipografia Artistica, 1996

PoesiaModifica

  • I porti, Modena, Guanda, 1943
  • Otto poesie nel dialetto ligure di Imperia, Roma, Arte della Stampa, 1951
  • Ode all'Europa ed altre poesie: 1945-1952, Roma, Edizioni della Sfera, 1952
  • Il cuore d'una volta: 1951-1955, Caltanissetta, Sciascia, 1956
  • Poesie liguri: 1951-1954, Milano, All'insegna del pesce d'oro, 1960
  • Dialogo con l'ombra, Roma, Grafica, 1960
  • Dettagli, Milano, Rizzoli, 1964
  • Disegni e poesie, Roma, Edizioni Arco, 1966 (con Osvaldo Licini)
  • Lo Zodiaco, Modena, La traccia, 1973
  • A caldi occhi: 1964-1972, Milano, All'insegna del pesce d'oro, 1973
  • Una mano di bianco, Milano, Guanda, 1978
  • Poesie liguri vecchie e nuove, Milano, All'insegna del pesce d'oro, 1980
  • Le parole e la forma: 12 poesie per 12 artisti, Lanciano, Botolini, 1984
  • La brace delle parole: 1981-1983, Roma, Grafica dei greci, 1984
  • Poesie scelte: 1952-1992, Roma, Newton Compton, 1993
  • La vita sa di buono: tutte le poesie in dialetto ligure (1951-1992), Roma, Newton Compton, 1996
  • Il colore della speranza: poesie 1951-1998, Roma, Piazzolla, 1999
  • Poesie 1995-1998, Genova, San Marco, 2002

TraduzioniModifica

NoteModifica

  1. ^ Madre non dimentico | Treccani, il portale del sapere, su www.treccani.it. URL consultato il 20 gennaio 2019.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN84505200 · ISNI (EN0000 0003 7434 3914 · SBN IT\ICCU\CFIV\019612 · LCCN (ENn79006812 · GND (DE119530341 · BNF (FRcb12170203n (data) · WorldCat Identities (ENn79-006812