Apri il menu principale

Cetera

strumento musicale rinascimentale, della famiglia dei liuti a manico
Cetera o cetra
Cittern.gif
Cetra rinascimentale o cetera
Informazioni generali
Origine Europa
Classificazione 321.322-5 o 321.321-5
Cordofoni composti, con corde parallele alla cassa armonica, a pizzico
Famiglia Liuti a manico lungo
Uso
Musica rinascimentale
Genealogia
 AntecedentiDiscendenti 
CitolaChitarra

La cetera o cetra[1] era uno strumento musicale a corde pizzicate, appartenente alla famiglia dei liuti tipicamente usato nel Rinascimento.

Assomiglia al moderno bouzouki irlandese, molto popolare poiché più economico del liuto, robusto e facile da trasportare.

Questo strumento, il cui nome deriva dal latino cithara, è chiamato cister in tedesco, cittern in inglese, cistre in francese, cistro, cedra o citola in spagnolo.

Indice

StrutturaModifica

 
Cetra rinascimentale

La cetra rinascimentale era formata da una cassa armonica a fondo piatto e forma di pera, e da un manico lungo; le corde metalliche, solitamente doppie, potevano essere pizzicate sia con le dita che con un plettro[1]. Sul manico è presente la tastiera con delle traversine con le divisioni dei tasti. L'accordatura delle dieci corde permette di suonare accordi in modo semplice.

Da questo strumento deriverà poi la chitarra come è conosciuta oggi.

La cetra era impiegata come strumento solista oppure in coppia con il liuto o in complessi strumentali di vario tipo. Ebbe grande successo e per questo motivo ne vennero prodotti di vari tipi che assunsero svariati nomi a seconda della loro tipologia: pandora, orpharion, arcicetra e penorcon.

La cetera di Corsica, come pure la chitarra portoghese, ne sono discendenti diretti.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • cétra, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011, Treccani.it – Vocabolario Treccani on line. URL consultato l'8 marzo 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4148045-4
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica