Chains (The Cookies)

Brano dei The Cookies
Chains/Stranger in My Arms
singolo discografico
ArtistaThe Cookies
Pubblicazione1962
Dischi1
Tracce2
GenereFunk
Soul
Pop
EtichettaLondon Disques
Formati7"
The Cookies - cronologia
Singolo precedente
(1960)
Chains
ArtistaThe Beatles
Autore/iGerry Goffin-Carole King
GenereRock and roll
Rhythm and blues
Esecuzioni notevoliThe Cookies, The Everly Brothers
Pubblicazione originale
IncisionePlease Please Me
Data1963

Chains è un brano composto da Gerry Goffin e da Carole King. Divenne una hit minore delle Cookies, ed ha avuto una cover dai Beatles; anche gli Everly Brothers ne hanno registrato una cover, che però non è mai stata pubblicata.

Il branoModifica

Versione delle CookiesModifica

Il singolo delle Cookies, pubblicato nel Novembre 1962, era stato estratto da un omonimo album, ed era arrivato al diciassettesimo posto delle classifiche pop, e nel settimo di quelle R&B.[1]

Versione dei BeatlesModifica

A Liverpool il singolo delle Cookies divenne molto popolare,[2] ed i Beatles la inserirono nel loro repertorio.[3] Durante la sessione di registrazione di Please Please Me, l'11 febbraio 1963, vennero registrati quattro nastri del brano. Il migliore venne considerato il primo, che fu alla base del mix mono e stereo, realizzati il 25 febbraio.[4] La loro versione è stata criticata dal critico Ian MacDonald come un pezzo stonato e non spontaneo.[3]

I Beatles la eseguirono molte volte alla BBC, in show come Side by Side, Here We Go e Pop Go the Beatles; è stata inclusa anche negli album Live at the BBC[3] e On Air - Live at the BBC Volume 2. La versione su quest'ultimo è stata registrata il 17 giugno 1963, e trasmessa per la prima volta il 25 sul programma Pop Go the Beatles.[5]

FormazioneModifica

 
George Harrison, vocalist del brano

Versione delle CookiesModifica

  • Earl-Jean McCrea - voce
  • Margaret Ross - cori
  • Dorothy Jones - cori
  • Eva Boyd - cori

Versione dei BeatlesModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Bruce Eder, The Cookies, su allmusic.com, AllMusic. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  2. ^ Bill Harry, The Beatles Encyclopedia: Revised and Updated, London: Virgin Publishing, pag. 250 della versione inglese
  3. ^ a b c Ian MacDonald, Revolution in the Head: The Beatles' Records and the Sixties, seconda edizione, London: Pimlico (Rand), pag. 74
  4. ^ Luca Biagini, Chains, su pepperland.it, Pepperland. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  5. ^ Dal libretto dell'album On Air - Live at the BBC Volume 2, pag. 25
  6. ^ Guido Micheloni, Pazzi per i Beatles - La storia dietro ogni canzone, Barbera Editore, pag. 37

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica