Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (Torri del Benaco)

edificio religioso di Torri del Benaco
Chiesa dei Santi Pietro e Paolo
Torri Pietro e Paolo 01.jpg
StatoItalia Italia
RegioneVeneto
LocalitàTorri del Benaco
Coordinate45°36′38.16″N 10°41′11.04″E / 45.6106°N 10.6864°E45.6106; 10.6864
Religionecattolica di rito romano
TitolareSanti Pietro e Paolo
Consacrazione1812
ArchitettoAntonio Spazzi
Inizio costruzione1719

La chiesa dei Santi Pietro e Paolo è la parrocchiale di Torri del Benaco, in provincia e diocesi di Verona[1]; fa parte del vicariato del Lago Veronese-Caprino.

StoriaModifica

Precedentemente sorgeva a Torri del Benaco una chiesa in stile romanico, dedicata ai santi Pietro e Paolo, che, essendo pericolante, dovette essere demolita nel 1719[1].

 
La chiesa di mattina presto

In quel medesimo anno venne posta la prima pietra della nuova parrocchiale, sorta nello stesso luogo dell'antica[1][2]; l'edificio, disegnato da Antonio Spazzi[3], fu inaugurato ed aperto al culto 7 giugno 1731[2], anche se venne portato a compimento solo nel 1769[1].
La consacrazione fu impartita il 4 ottobre 1812 dal vescovo di Verona Innocenzo Liruti[1][2].

 
La facciata della chiesa

Coevo alla chiesa è il campanile, eretto sulla base di una vecchia torre del fortilizio[4].

Nel 1895 venne realizzata la decorazione a finto stucco dell'interno, mentre nel 2012 l'esterno dell'edificio, il tetto e la torre campanaria furono oggetto di una ristrutturazione condotta dall'architetto Narciso Revenoldi[1].

DescrizioneModifica

FacciataModifica

La facciata della chiesa, che è a capanna, guarda a ponente, è spartita da una cornice marcapiano in due registri[1]; l'ordine inferiore, tripartito da quattro paraste, presenta il portale d'ingresso caratterizzato dal timpano curvilineo e due nicchie, mentre quello superiore una finestra e altre due nicchie[1].
Ai lari gli sono due contrafforti sopra i quali sono collocate due statue raffiguranti San Paolo e San Pietro, mentre a coronare la facciata è il timpano aggettante di forma triangolare[1].

InternoModifica

 
L'interno

L'interno si compone di un'unica navata voltata a vela sulla quale si affacciano quattro cappelle laterali i cui sono ospitare gli altari della Beata Vergine del Carmine, di Sant'Antonio Abate, di San Filippo Neri e della Beata Vergine del Rosario[1]; a conclusione dell'aula vi è il presbiterio rialzato di due gradini e a sua volta chiuso dall'abside poligonale[1].

Opere di pregio qui conservate sono la pala avente come soggetto la Madonna col Bambino fra i Santi Pietro e Paolo, eseguita nel XVI secolo dal bresciano Sebastiano Aragonese, il solo dipinto assegnato sicuramente all'artista[5][1][4], e i dipinti della volta della navata raffiguranti il Salvataggio di San Pietro e l'Angelo che abbatte gli idoli, realizzati da Felice Cappelletti da Verona[1][4], e quello del soffitto del presbiterio, ritraente Trionfo della Fede e dipinto da Gualfardo Lipella[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n Chiesa dei Santi Pietro e Paolo Apostoli <Torri del Benaco>, su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 7 novembre 2020.
  2. ^ a b c La Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, su lnx.parrocchiaditorridelbenaco.it. URL consultato il 7 novembre 2020 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2020).
  3. ^ Chiesa SS. Pietro e Paolo a Torri del Benaco, su paesionline.it. URL consultato il 7 novembre 2020.
  4. ^ a b c Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, su gardatourism.it. URL consultato il 7 novembre 2020.
  5. ^ Enrico Valseriati, Sebastiano Aragonese-Monumenta antiqua urbis et agri brixiani, Documento del convegno: Erole il fondatore: dall'Antichità al Rinascimento, 2011, ISBN 9788837077136.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica