Apri il menu principale

Chiesa di Maria Santissima del Rosario (Fasano)

edificio religioso di Fasano
Chiesa di Maria santissima del Rosario
StatoItalia Italia
RegionePuglia
LocalitàFasano
Religionecattolica
TitolareMadonna del Rosario
Diocesi Conversano-Monopoli
Inizio costruzione1628-1629
Completamento1656

La chiesa Maria santissima del Rosario è una chiesa di Fasano, in provincia di Brindisi. Antico convento delle monache teresiane costruito nel 1628, oggi il suo antico chiostro è luogo centrale della vita cittadina.

StoriaModifica

In origine la chiesa faceva parte del convento seicentesco di Santa Teresa, di proprietà delle monache di clausura "teresiane". La storia del convento cominciò nel 1604 quando Giovanni Calefati dispose per testamento il lascito di duemila ducati da impiegare nella costruzione di un monastero di “Donne Monache” a Fasano. Pochi anni dopo iniziarono i lavori per la costruzione della chiesa e dei locali annessi, la costruzione del fabbricato però si interruppe per mancanza di fondi. Nel frattempo (1681), le due germane di origine spagnola Palma e Francesca La Itta y Loio fondarono il Conservatorio di S. Teresa e in un decennio le religiose raggiunsero le trenta unità, accrescendo con la loro dote il patrimonio del Conservatorio. Ben presto la casa dei La Itta si rivelò inadeguata ad accoglierle tutte, per cui il Parlamento dell'Università di Fasano cedette alle suore il convento ancora incompleto da 85 anni. I lavori di completamento e ristrutturazione sono documentati fino al 1774.

Il 3 maggio 1694 le suore s'insediarono con grande solennità nel Monastero, alla presenza una numerosa folla di cittadini. Dopo l'insediamento, la Priora chiese al Papa di rendere di clausura il Convento, così nel 1698 Innocenzo XII dispose che il Conservatorio fosse elevato a Monastero di clausura sotto il titolo di San Giuseppe.

Nel 1873, dopo la proclamazione dell'Unità d'Italia, le leggi dello Stato sopprimono le Congregazioni religiose, incamerando nelle proprietà statali il loro patrimonio. Il monastero, divenuto proprietà del demanio, viene dato al Comune di Fasano. Alle monache è consentito di rimanervi fino al 4 dicembre 1908 in attesa di nuovi ordini, ma l'età avanzata e le malattie le costringono a chiedere al Papa nel maggio 1908 il permesso (accordato con Decreto del 1º giugno successivo) di uscire dal Monastero prima della scadenza.

Nel 1908 le monache lasciarono il monastero e tre anni dopo venne ceduto dal comune alla confraternita del Santissimo Rosario, la stessa che ha in custodia la chiesa di San Nicola. Nel 1919 il chiostro del convento subì modifiche e restauri divenendo una piazza nella quale fu ospitato il mercato ortofrutticolo (piazza del Mercato Coperto) e venne dotato di una fontana marmorea in stile littorio al centro tra due lunghi porticati. Nel 2004 la struttura è diventata una galleria commerciale chiamata "Portici delle Teresiane"[1].


DescrizioneModifica

La chiesa presenta l'interno ad unica navata e conserva alcuni elementi claustrali (delle grate e un'apertura nel muro per la distribuzione della comunione alle monache che assistevano alla messa nel coretto, oggi adibito a sacrestia).

L'altare principale è dedicato alla Madonna del Rosario, la cui immagine, realizzata nel 1656 dalla popolazione per voto in seguito al salvataggio da una pestilenza, è situata in una nicchia in vista.

Le nicchie laterali ospitano altre sculture: a sinistra san Vincenzo Ferrer, i Santi Medici e Gesù nell'orto (statua portata in processione durante i riti della Settimana Santa); a destra Madonna Addolorata, Madonna del Carmine e Gesù Bambino di Praga, quest'ultimo vestito di un abito opera di sarte e ricamatrici locali.

Nella chiesa vi sono anche dipinti di scuola napoletana, tra le quali una tela di San Francesco che riceve le stimmate e un grande affresco che raffigura la Pentecoste.

NoteModifica

  1. ^ Storia delle Donne Monache, www.osservatoriooggi.it, Osservatorio n. 1 - gennaio 2001.

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Sampietro, Fasano, indagini storiche rielaborazione di Angelo Custodero; Vecchi e C., Trani 1922 ristampa anastatica Schena, Fasano 1979.
  • Gianni Custodero, Fasano è così; Schena Editore, Fasano 1960 - 2ª edizione 1995.
  • A.A.V.V. Fasano, Guida turistica; Faso editrice, Fasano 2004.

Collegamenti esterniModifica