Chiesa di San Giovanni in Xenodochio

chiesa di Cividale del Friuli
Chiesa di San Giovanni in Xenodochio
Chiesa di San Giovanni in Xenodochio.JPG
Ripresa del frontale dalla piazza
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia
LocalitàCividale del Friuli
ReligioneCattolica
TitolareGiovanni Battista
Arcidiocesi Udine
ConsacrazioneXVIII secolo
Stile architettoniconeoclassico

Coordinate: 46°05′42.23″N 13°25′54.88″E / 46.095063°N 13.431912°E46.095063; 13.431912

La chiesa di San Giovanni in Xenodochio è un edificio religioso di Cividale del Friuli, che si affaccia sulla piazza omonima, lungo la strada che esce dal centro cittadino verso Sanguarzo.

StoriaModifica

L'attuale costruzione risale al XVIII secolo, ma sul sito era già presente una chiesa fin dal V-VI secolo, come dimostrato da scavi archeologici del 1916 che hanno scoperto i resti di una basilica paleocristiana ed una necropoli con tombe romane e longobarde.

Successivamente divenne chiesa-madre dei Longobardi di rito ariano e poi cattolico. Il nome Xenodochio è legato alla tradizione, secondo la quale il duca longobardo Rodoaldo avrebbe fatto costruire un ospizio, tradizione confermata anche da un diploma carolingio del 792.

InternoModifica

La chiesa ha pianta centrale, con presbiterio rialzato e due cappelle laterali.

Il soffitto contiene dipinti di Palma il Giovane con San Giovanni Evangelista circondato da quattro dottori della Chiesa (1581).

Il soffitto della sacrestia è stato affresco da Giovanni Battista Canal con Giovanni Battista e la Madonna nella Gloria celeste; risale alla fine del XVIII secolo.

Per questa chiesa furono realizzate nel 1584 le due pale San Rocco e Vergine con Gesù Bambino di Paolo Veronese, ora conservate al Museo diocesano cristiano e del tesoro del duomo.

BibliografiaModifica

  • Luoghi storici d'Italia - pubblicazione a cura della rivista Storia Illustrata - pag.258 - Arnoldo Mondadori editore (1972)
  • Guida rossa, Friuli-Venezia Giulia, Milano, Touring Club editore, 1999, pp. 502-503, ISBN 88-365-1162-7.
  • Friuli Venezia Giulia - Guida storico artistica naturalistica, Bruno Fachin Editore, 2004, p. 207, ISBN 88-85289-69-X.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica