Apri il menu principale

Chiesa di San Martino Vescovo (Ispra)

chiesa di Ispra

StoriaModifica

Si sa che ad Ispra fu costruita una chiesa nel Medioevo, che venne poi riedificata nel XVII secolo. L'attuale parrocchiale, che ingloba parte di quella seicentesca, fu costruita tra il 1712 ed il 1742 e consacrata il 13 giugno 1749 da Casimiro Reina Bubens, vescovo titolare di Capsa e delegato dall'arcivescovo di Milano Giuseppe Pozzobonelli. Nel 1759 venne rifatto l'altar maggiore, nel 1909 furono terminati gli affreschi, nel 1892 l'altare del Crocifisso fu ridedicato a San Giuseppe. Nel 1904 l'altare di Sant'Antonio di Padova venne ridedicato al Sacro Cuore di Gesù. Nel 1938 fu smantellato il cimitero un tempo posto davanti alla chiesa. Infine, nel 1997 venne ristrutturato l'edificio e rifatto il pavimento[1].

Collegamenti esterniModifica

NoteModifica

  1. ^ Chiesa di San Martino Vescovo <Ispra>, su chieseitaliane.chiesacattolica.it. URL consultato il 14 marzo 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica