Apri il menu principale

Chinetosi

disturbo neurologico che alcuni individui provano in seguito a degli spostamenti ritmici o irregolari del corpo durante un moto
Cinetosi
Specialitàmedicina d'emergenza-urgenza
Classificazione e risorse esterne (EN)
OMIM158280 e 158280
MeSHD009041 e D009041
Sinonimi
Chinetosi

La chinetosi (o cinetosi) è un disturbo neurologico che alcuni individui provano in seguito a degli spostamenti ritmici o irregolari del corpo durante un moto, ad esempio in altalena, su di una giostra, o durante viaggi con mezzi di trasporto come nave, automobile, aereo, ecc.

Indice

EziologiaModifica

Si tende ad attribuire la chinetosi a un disturbo dell'apparato vestibolare e del sistema nervoso parasimpatico ed, entro limiti modesti, all'atteggiamento psichico del soggetto. La causa più diffusa pare sia relativa a piccole malformazioni strutturali congenite dell'apparato vestibolare presente nell'orecchio interno. Questa, a sua volta, può essere ancora accentuata da stimoli visivi, olfattivi oppure a insorgenze gastrointestinali.

A loro volta, tali impulsi vanno a stimolare il centro del vomito presente nel midollo allungato causando nausea e vomito, spesso accompagnati da malessere generale, pallore, sudorazione fredda e ansia, sbadigli e aumento della salivazione. Soprattutto nel mal di mare possono altresì esser presenti altri sintomi, come mal di testa e diarrea. La sintomatologia in genere scompare al termine del viaggio.

ClinicaModifica

Le chinetosi sono caratterizzate da nausea, vomito e vertigini.

Trattamento e prevenzioneModifica

Farmaci atti a prevenire e combattere la chinetosi sono atropina e alcuni antiemetici.

Per la sola prevenzione si possono usare degli antagonisti muscarinici come la scopolamina (detta anche ioscina), in composizione orale o cerotto transdermico. Mai però usare loperamide (antidiarroico) in associazione con la scopolamina per possibile dannosa interazione farmacologica. L'azione sinergica dei due farmaci potenzia l'inibizione della motilità intestinale.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina